Ponte sul Po il risanamento conservativo si farà

Nella Conferenza dei Servizi tenutasi in mattinata, gli Enti interessanti hanno espresso parere favorevole al progetto.

Ponte sul Po il risanamento conservativo si farà
Cronaca 20 Marzo 2018 ore 15:56

Ponte sul Po: si è riunita stamattina la Conferenza dei Servizi di tutti gli Enti interessati per esprimere il parere sul progetto di risanamento conservativo del Ponte sul Po Colorno – Casalmaggiore.

Ponte sul Po: conferenza degli Enti

Si è riunita stamattina la Conferenza dei Servizi di tutti gli Enti interessati per esprimere il parere sul progetto di risanamento conservativo del Ponte sul Po Colorno – Casalmaggiore. Tutti gli Enti hanno espresso parere favorevole al progetto. La Regione Emilia-Romagna, si è riservata di chiedere un ulteriore approfondimento in materia antisismica.

I presenti

Alla conferenza erano presenti i tecnici delle Province di Parma e Cremona, dei Comuni di Colorno e Casalmaggiore, Arpae, Aipo, Agenzia Sicurezza del territorio – Protezione Civile della Regione Emilia Romagna, Ats Valpadana, Hidronova, oltre al progettista ing. Scaroni. Il progetto è stato valutato positivamente da tutti gli enti, tranne che dall’Agenzia Sicurezza del territorio – Protezione Civile della Regione Emilia Romagna. L’Ente non ha espresso parere, ma si è riservato di chiedere un ulteriore approfondimento in materia antisismica.

Seduta conclusiva a breve

La Conferenza dei Servizi sarà riconvocata per la seduta conclusiva entro i primi di aprile, confidando che entro pochi giorni l’Agenzia regionale avrà esplicitato le integrazioni richieste, e il progettista potrà celermente elaborare le risposte. La Provincia di Parma già la settimana scorsa aveva chiuso positivamente tutti gli accordi coi privati per l’occupazione temporanea dei terreni durante la successiva fase di cantiere.

Durata dei lavori

Dopo la seduta conclusiva della Conferenza dei servizi, si dovrà acquisire la validazione sulla progettazione e tutto sarà pronto per la redazione del bando. I lavori inizieranno in ottobre e si concluderanno dopo 210 giorni consecutivi, 7 mesi. Ossia nel maggio 2019.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità