IL VIDEO SHOCK dei pompieri accerchiati e aggrediti a Milano

Il gruppo di criminali ha iniziato a lanciare bottiglie di vetro contro i vigili del fuoco, poi hanno rubato le chiavi dell'auto pompa.

Cronaca Curtatone, 02 Gennaio 2020 ore 11:23

Il gruppo di criminali ha iniziato a lanciare bottiglie di vetro contro i vigili del fuoco, poi hanno rubato le chiavi dell’auto pompa. E’ successo a Milano.

Pompieri accerchiati e aggrediti mentre spengono un incendio

Un episodio vergognoso, di una bassezza umana senza senso, quello capitato nella notte di capodanno ai vigili del fuoco, al lavoro mentre la maggior parte delle persone festeggiava, per spegnere un incendio di rifiuti gettati in mezzo alla strada.

2 foto Sfoglia la gallery

Questa notte in via Gola

Come racconta GiornaledeiNavigli.it, un gruppo di ragazzi hanno accerchiato i mezzi dei pompieri, impegnati in via Gola per il violento rogo appiccato molto probabilmente con volontà di provocare un grosso danno a cose e persone. Ma il gruppo di criminali ha iniziato a lanciare bottiglie di vetro contro i vigili del fuoco, poi hanno rubato le chiavi dell’auto pompa impedendo ai pompieri di fare il proprio duro lavoro.

L’intervento delle volanti della Polizia

Solo un intervento delle volanti della polizia e un’auto botte a supporto ha consentito ai pompieri di proseguire nello spegnimento del violento incendio.

Una notte impegnativa per la squadra antincendio

Oltre a questa bravata, che lascia davvero senza parole, come ogni anno la notte di Capodanno ha comportato una mole di lavoro immensa per i Vigili del fuoco, per le forze dell’ordine e per i sanitari di turno il 31 Dicembre. Nella zona sono stati diversi i ferimenti causati da festeggiamenti senza controllo, da petardi e fuochi d’artificio. A partire dal piccolo di 4 anni, rimasto ferito alla mano a causa di un petardo esploso “troppo presto”, passando al giovane 14enne che per lo stesso motivo si è visto amputare una mano e sfregiare il volto a causa dell’ustione dovuta allo scoppio, e concludendo con lo scoppio di un grosso petardo in mano ad un 13enne, che ha provocato l’amputazione della mano e il ferimento a un’occhio di un amico.

Nel mantovano invece sono stati diversi gli interventi avvenuti nella notte, specialmente causati da intossicazioni etiliche, due in particolare hanno riguardato giovani minorenni finiti in pronto soccorso.

Purtroppo la notte di capodanno ha portato con sé anche la morte di Enrico Veneziani, 46enne deceduto in un’incidente a Mantova.

LEGGI ANCHE: La notte degli ubriachi: sei in ospedale per intossicazione etilica, due sono minorenni

Schianto fatale a Mantova, Enrico muore a 46 anni

Tutta Villimpenta piange il suo Enrico Veneziani

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità