Polmonite da legionella ad Asola: le condizioni ambientali potrebbero favorire la proliferazione

Un paziente colpito da Legionella endemica. Sinergia fra personale di Pronto Soccorso, Medicina e Malattie Infettive.

Polmonite da legionella ad Asola: le condizioni ambientali potrebbero favorire la proliferazione
Alto Mantovano, 27 Marzo 2019 ore 16:37

Nei giorni scorsi è stato ricoverato nella struttura di Medicina Generale dell’Ospedale di Asola un paziente affetto da polmonite causata da Legionella Pneumophila di tipo 1. Il paziente è in condizioni stabili.

LEGGI ANCHE: Legionella nella Bassa, le precisazioni di Ats Val Padana

Polmonite da legionella ad Asola

Il personale medico e infermieristico sta affrontando con particolare attenzione il caso, senza allarmismi, poiché si tratta di un’infezione batterica provocata da un sottotipo di legionella endemica nel territorio. I numerosi casi di legionellosi che si sono riscontrati nei mesi scorsi sono infatti riconducibili a sottotipi di legionella pneumophila diversi da quello in questione.

LEGGI ANCHE: I 5 stelle chiedono 50mila euro per il fiume Chiese

Condizioni ambientali

Poiché le condizioni climatiche – quali la scarsa presenza di acqua nei fiumi e canali per la siccità, nonché le alte temperature di questo periodo – potrebbero favorire una proliferazione ambientale del microbo, sono stati allertati i medici del  Pronto Soccorso di Asola che opereranno in stretto raccordo con i colleghi della struttura di Medicina Generale dell’ospedale di Asola e la struttura di Malattie Infettive dell’ospedale di Mantova.

I protocolli

In particolare saranno utilizzati i più recenti protocolli diagnostico-terapeutici e assistenziali per il trattamento più accurato e tempestivo possibile di eventuali ulteriori pazienti.

 

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia