Cronaca
Riconoscimento

Plasma, il Lions Club Mirandola conferisce a Massimo Franchini la massima onorificenza

Il primario ha dedicato il premio a tutto il personale del suo reparto. 

Plasma, il Lions Club Mirandola conferisce a Massimo Franchini la massima onorificenza
Cronaca Mantova, 03 Dicembre 2020 ore 09:51

Il primario ha dedicato il premio a tutto il personale del suo reparto.

"Melvin Jones Fellow" a Massimo Franchini

È stata conferita martedì 1 dicembre 2020 al direttore dell’Immunoematologia e Medicina Trasfusionale di ASST Massimo Franchini la massima onorificenza lionistica, il Melvin Jones Fellow. All’incontro, che si è svolto in videoconferenza, erano presenti il presidente Antonella Cavicchi, il governatore Gianni Tessari e i soci del Lions Club Mirandola. La motivazione del riconoscimento:

“Per l’aver applicato una terapia sperimentale contro il COVID-19 utilizzando il plasma dei pazienti contagiati e guariti, aprendo così un nuovo canale di ricerca nel concreto tentativo di debellare questo terribile virus”.

La dedica a tutto il personale del reparto

Soddisfatto il primario: “Dedico questo prestigioso riconoscimento a tutto il personale del mio reparto, il Servizio Trasfusionale del Poma, e a tutti i colleghi clinici che mi hanno supportato in questa sperimentazione. Infine desidero ringraziare la Direzione Strategica del Poma per aver sempre creduto in questo progetto, dandomi fiducia. Il plasma iperimmune oggi è una realtà consolidata. Viene raccolto ed utilizzato nella maggior parte degli ospedali italiani e rappresenta un’importante risorsa terapeutica in un momento critico caratterizzato dalla mancanza di valide terapie farmacologiche, nell’attesa dell’arrivo del vaccino anti-COVID-19”.

(Nella foto: la consegna del premio alla presenza di Luigi Miserocchi e Piero Superbi (a sinistra e a destra), in rappresentanza dell’ASST di Mantova, e di Walter Belluzzi (al centro con Massimo Franchini), in rappresentanza del Lions Club Mirandola.)

LEGGI ANCHE:

Coronavirus, 264 nuovi positivi a Mantova e provincia: la situazione giovedì 3 dicembre 2020