FALSA AUTOCERTIFICAZIONE

Per andare a spasso inventa una falsa autocertificazione: assistenza ad anziana (inesistente). Denunciato

E' accaduto ieri, 29 aprile, a Viadana.

Per andare a spasso inventa una falsa autocertificazione: assistenza ad anziana (inesistente). Denunciato
Viadana, 30 Aprile 2020 ore 09:11

Continuano i controlli dei Carabinieri della Compagnia di Viadana relativi alle regole imposte sui divieti di movimento al fine di contenere il contagio del coronavirus, che, in base alle norme recentemente introdotte, prevedono ora sanzioni amministrative per i trasgressori.

Denunciato per falsa autocertificazione

Un uomo milanese domiciliato nel bresciano, L.T. classe 1963, è stato fermato nella giornata di ieri, 29 aprile 2020, dai militari della Stazione di Acquanegra sul Chiese in via Solferino durante un controllo alla circolazione stradale, e alla domanda dei Carabinieri riguardo alle sue generalità e al suo spostamento ha fornito una autocertificazione che indicava come motivo di spostamento l’assistenza ad un’anziana del posto.

LEGGI ANCHE: Aggiornamento dei contagi nel Mantovano

L’anziana da assistere non esisteva

I militari però, insospettiti dalle dichiarazioni e dall’atteggiamento dell’uomo, a seguito di ulteriori  accertamenti, appuravano l’inesistenza di questa anziana signora e quindi la falsità delle dichiarazioni rese.

Cosi, al termine degli accertamenti l’uomo veniva denunciato all’Autorità Giudiziaria di Mantova per falsa attestazione a Pubblico Ufficiale, oltre che essere sanzionato per l’inosservanza ai divieti di movimento imposti dai recenti decreti (essendo stata commessa la violazione a bordo di un autoveicolo, non è ammesso il pagamento in misura ridotta e dovrà corrispondere un importo di 400 euro).

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia