Palazzo del Podestà Mantova: finalmente via l'impalcatura FOTO

In due mesi via tutto il cantiere che avvolge l'edificio da gennaio 2013, dopo il sisma.

Palazzo del Podestà Mantova: finalmente via l'impalcatura FOTO
Mantova, 25 Giugno 2019 ore 10:56

Palazzo del Podestà Mantova: finalmente via l'impalcatura. In due mesi via tutto il cantiere che avvolge l'edificio da gennaio 2013, dopo il sisma.

Palazzo del Podestà viene liberato

Sono iniziati ieri, lunedì 24 giugno 2019, i lavori di smontaggio e rimozione dell'enorme impalcatura che circonda il Palazzo del Podestà, nel pieno centro di Mantova, da gennaio del 2013. Dopo sei anni e mezzo, di conseguenza, uno degli storici e più famosi palazzi del cuore di Mantova, tornerà "alla vita" dopo la fine dei lavori che si resero necessari a seguito del terremoto del 20 e 29 maggio 2012. Lo scorcio sul palazzo ingabbiato da impalcature e reti, di conseguenza, nelle prossime settimane cambierà e tornerà alla quotidiana normalità.

Due mesi di lavori

Smontare l'enorme impalcatura non sarà comunque un lavoro di poco conto. Serviranno infatti due mesi circa prima che tutto il ponteggio possa essere rimosso. Si parla infatti di qualcosa come 32mila giunti e oltre mille tubi in ferro che ingabbiano lo storico palazzo mantovano. I primi pezzi ad essere rimossi saranno quelli che danno su via Broletto, poi le parti che si affacciano su piazza Broletto, quindi i settori che guardano su via Giustiziati e infine, ad agosto inoltrato, la parte su piazza Erbe. L'intervento di rimozione dovrebbe concludersi in tempo per l'inizio del Festivaletteratura, regalando quindi alle migliaia di visitatori attesi a Mantova, lo storico scorcio su Palazzo del Podestà liberato dall'enorme ponteggio. Rimarranno installate solamente alcune strutture che serviranno per i lavori interni al Palazzo del Podestà che si svolgeranno in un secondo momento.

5 foto Sfoglia la gallery

"Finalmente la rimozione"

Ieri, lunedì 24 giugno 2019, all'inizio dei lavori di smontaggio dell'impalcatura, erano presenti il sindaco Mattia Palazzi, l'assessore ai lavori pubblici Nicola Martinelli, il dirigente del settore tecnico del Comune Carmine Mastromarino e il personale della ditta Cmsa (Cooperativa muratori sterratori e affini) di Montecatini Terme. "Finalmente - sottolinea il sindaco Palazzi - siamo in grado di rimuovere l'enorme impalcatura. Tale intervento è possibile perché la nostra amministrazione comunale, ancora nel 2017, è stata in grado di reperire quei 9 milioni di euro necessari per sbloccare i lavori che erano fermi ancora dal 2013. Se non avessimo trovato quei soldi, i lavori sarebbero ancora al palo e l'impalcatura sarebbe rimasta dove si trova oggi, per ancora chissà quanto tempo".