Cronaca
Delitto che sconvolse la Bassa

Omicidio Bailo: confermati 16 anni a Pasini. Secondo il Tribunale non c'è stata premeditazione

Il processo d’appello non aggiunge nulla di nuovo, quindi, al fascicolo dell’omicidio di Manuela Bailo, la 35enne uccisa nell’estate 2018 e nascosta nelle campagne cremonesi dallo stesso Pasini.

Omicidio Bailo: confermati 16 anni a Pasini. Secondo il Tribunale non c'è stata premeditazione
Cronaca Alto Mantovano, 28 Novembre 2020 ore 10:32

Omicidio Bailo: confermata la pena di 16 anni a Pasini. L’esito è stato comunicato durante l’udienza di ieri.

Omicidio Bailo: confermata la pena di 16 anni a Pasini

Dopo tre lunghe ore di udienza al Palagiustizia di Brescia, è arrivata la conferma: Fabrizio Pasini resta in carcere 16 anni. La seduta è di ieri, e convalida l’esito del primo grado.
Il processo d’appello non aggiunge nulla di nuovo, quindi, al fascicolo dell’omicidio di Manuela Bailo, la 35enne di Nave uccisa nell’estate 2018 a Ospitaletto e nascosta nelle campagne cremonesi dallo stesso Pasini.

La premeditazione

L’uomo aveva negato sin dall’inizio la premeditazione, una tesi difesa dall’avvocato Pierpaolo Pettenadu, il quale aveva chiesto che l’accusa fosse riqualificata in omicidio preterintenzionale. E ieri, appunto, il verdetto ha sostenuto questa strada permettendo di fatto al 50enne di avvicinarsi al traguardo della sentenza definitiva.

Una conferma che ha suscitato comprensibilmente amarezza nella difesa della famiglia Bailo, vedendo sfumare la possibilità di avere “più giustizia”.
“Non siamo soddisfatti – ha commentato l’avvocato Giulio Rota – Speravamo venisse riconosciuta la nostra presentazione, ricca di molti elementi. Evidentemente la Corte non se l’è sentita di esporsi diversamente”.
La variante della pena, infatti, sarebbe stata molto grande: 14 anni in più oltre a quelli già previsti, per un totale di 30 anni di carcere.

LEGGI ANCHE: 

Emanuela Bailo omicidio, ex amante confessa “Ecco come è morta”