Cronaca
Viadana

"Non ha pagato l'abbonamento alla rivista delle Forze dell'ordine": ma la vittima si insospettisce e chiama i Carabinieri

Truffa sventata dalla vittima: i Carabinieri sono riusciti a individuale e truffare i due malviventi.

"Non ha pagato l'abbonamento alla rivista delle Forze dell'ordine": ma la vittima si insospettisce e chiama i Carabinieri
Cronaca Viadana, 19 Novembre 2021 ore 14:32

Continua senza sosta l'attività di controllo dei Carabinieri della Compagnia di Viadana finalizzata alla prevenzione e repressione di ogni forma di illegalità.

Denunciate due persone per truffa in concorso

Castellucchio - Nei giorni scorsi i militari della Stazione di Viadana hanno deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria di Mantova due cittadini italiani – un 65enne ed un 40enne – ritenuti responsabili di truffa in concorso.
I fatti risalgono a qualche giorno fa, quando una commerciante del luogo ha ricevuto la telefonata di un 40enne che le riferiva che non aveva pagato un abbonamento ad una rivista delle Forze dell’Ordine. La donna, pur ricordando di non aver mai sottoscritto l’abbonamento in questione, e pur di non incorrere in penali ha accettato l’invio del pagamento in contrassegno delle riviste.

La denuncia della vittima

All’arrivo delle pubblicazioni, in due tranche e dal valore in contrassegno di 150 e 90 euro, la donna si è insospettita e ha contattato i militari della Stazione di Castellucchio i quali, appuravano che i giornali non erano quelli ufficiali di nessuna Forza dell’Ordine italiana (tutte riproduzioni di riviste esistenti o leggermente modificate per sembrare reali) ed al termine degli accertamenti sono risaliti all’identità dei due malfattori, già noti alle forze di polizia italiane per altri fatti simili, commessi negli ultimi anni.
I due uomini pertanto sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria di Mantova per truffa in concorso.

Il Comandante della Compagnia Carabinieri di Viadana, Maggiore Giovanni Martufi, ricorda che nessuna Forza dell’Ordine vende per telefono le proprie riviste ufficiali e pertanto invita la cittadinanza alla massima attenzione ed a segnalare tempestivamente queste forme di raggiri.