Gaffe o esperimento?

No, il Dott. De Donno (o Joseph Dominus) non si candiderà a sindaco di Mantova

La verità raccontata dal Professore dopo l'esperimento (o la gaffe?).

No, il Dott. De Donno (o Joseph Dominus) non si candiderà a sindaco di Mantova
Mantova, 03 Luglio 2020 ore 15:34

(Immagine tratta dal profilo Facebook del Dottor De Donno )

Lo sappiamo: ormai il Dottor Giuseppe De Donno, pneumologo del Poma di Mantova, diventato volto noto della lotta al Covid grazie alla cura del plasma che insieme a colleghi mantovani e pavesi ha portato avanti con orgoglio e determinazione, è diventato un vero divo dei social. Con i suoi 93mila followers su Facebook, i vari gruppi di sostegno nei suoi confronti creati da diversi utenti, e le numerose comparsate in televisioni e dirette internet, hanno reso il medico mantovano una vera star.

La gaffe o l’esperimento?

Alla ribalta anche per l’ultima trovata: dopo aver creato un profilo falso con il nome Joseph Dominus, De Donno si è spacciato per un medico americano che sosteneva la terapia del plasma da lontano, impegnato in un importante e segreto progetto. Tutto è filato liscio fino a quando la giornalista Selvaggia Luccarelli non lo ha contattato  tramite il numero inserito su Facebook per la creazione dell’account, scoprendo che, in realtà, si trattava proprio di De Donno.

La giornalista ha inoltre chiesto al medico della sua bisbigliata candidatura a Sindaco di Mantova, senza ottenere una risposta certa.

Dopo la pubblicazione della notizia da parte della Luccarelli, De Donno ha messo in tavola tutte le carte dando una personale versione dei fatti: eccola.

Le dichiarazioni di De Donno

Cari amici, nelle scorse settimane mi sono divertito a guardarvi da fuori. Ho volutamente creato un account secondario, associandovi il mio telefono ed il mio nome, proprio perché non avevo nulla da temere, dal quale ho smitragliato qualche commento saggiando le reazioni altrui.
In particolare, negli ultimi giorni, ho voluto capire chi fosse il furbacchione che è andato in giro a fare telefonate a tutta Mantova per chiedere se gli piacerebbe avermi come sindaco. Credo di aver capito chi sia stato e posso riderci sopra. No, non sono candidato sindaco e non mi interessa; servo Mantova con la professione che ho scelto.
L’esperimento stava andando bene fino a quando Selvaggia Lucarelli, ormai un’aficionada del mio lato social, ha telefonato. E sì, le ho risposto. E le ho raccontato la storiella del dottore americano. L’ennesima riprova del fatto che magari anziché andare a setacciare Facebook alla ricerca di sbavature del sottoscritto, forse si potrebbe guardare ai nostri studi appena pubblicati e al nostro contributo per salvare vite. Oramai molte.
Insomma, ho fatto come un nobile napoletano di tanto tempo fa che un bel giorno fece spargere la voce della sua morte. Voleva vedere chi gli volesse bene.
E abbiamo visto chi vuole bene a me. Piuttosto, vogliate bene alla nostra ricerca e Siate cauti!
A proposito di Joseph Dominus . Prossima volta l’userò come pseudonimo sui giornali. Se mai…

 

Le differenti reazioni

La reazione dei lettori e dei cittadini è stata immediata e, come sempre, è stata nettamente divisa su due fronti: alcuni posizionati fedelmente al fianco del medico, dichiarando la propria cieca solidarietà al mantovano. Altri, pur apprezzando la sua figura professionale, gli hanno chiesto di “tornare nel suo” abbandonando i social e concentrandosi sul proprio prezioso mestiere.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia