Morto suicida il 15enne caduto dal balcone: funerali e preoccupazione di Mattia Palazzi

È volato dal quarto piano mentre era solo in casa. Si sarebbe trattato di un gesto volontario.

Morto suicida il 15enne caduto dal balcone: funerali e preoccupazione di Mattia Palazzi
Mantova, 23 Aprile 2018 ore 10:13

Morto suicida il 15enne volato dal quarto piano di un palazzo del centro di Mantova.

Morto suicida

Una dozzina di metri a capofitto nel cortile interno del condominio in cui abitava. Qualcuno ha sentito delle urla e ha dato l’allarme. Secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine si sarebbe trattato di un gesto volontario. Erano da poco passate le ore 16.00 di giovedì 19 aprile quando è scattato l’allarme e lungo la via sono arrivati in rapida successione ambulanze, auto medica, vigili del fuoco, Volante della Polizia e una pattuglia della Polizia Locale a bloccare l’accesso alla strada.

La corsa in ospedale

Alle 16.40 i soccorritori della Croce Verde sono usciti dallo stabile con il 15enne intubato e lo hanno caricato sull’ambulanza. Quando l’ambulanza è arrivata al Carlo Poma per il 15enne ormai non c’era più nulla da fare. Nel frattempo, è cominciata a spargersi la voce sull’accaduto, sull’identità della vittima e sulla dinamica.

Gesto volontario

Nessuna disgrazia: secondo quanto ricostruito dalle forze di Polizia il 15enne, che giovedì pomeriggio era in casa da solo, sarebbe andato sul balcone e si sarebbe lanciato nel vuoto. Escluse tra le motivazioni di un simile gesto quelle di eventuali atti di bullismo di cui il giovane potrebbe essere stato vittima. L’ipotesi più accreditata è quella di un cattivo rendimento scolastico. Nella mattinata di sabato 21 aprile si sono svolti i funerali presso la chiesa di Santo Spirito.

Un incontro con il Sindaco

Il macigno che ha investito la vita di questo ragazzo interroga tutti quanti circa una società che ci vorrebbe sempre vincenti e le relazioni genitori-figli, o più in generale adulti-ragazzi, e i rapporti nella cerchia dei coetanei. A tal proposito il sindaco di Mantova, Mattia Palazzi, ha convocato per domani 24 aprile, una riunione alla quale parteciperanno provveditore, presidi di Mantova, Ats, servizio di tutela minori, associazione genitori, Pastorale scolastica, Pastorale Giovanile e altre figure professionali. Il fine è quello di confrontarsi per capire e mettere da subito in campo più strumenti per aiutare i genitori e i ragazzi. Ma anche per educare e aumentare spazi e occasioni perché i ragazzi possano esprimersi, socializzare davvero e scoprire ciascuno l’unicità e la bellezza della propria personalità.

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia