Maxi sequestro di droga e due arresti a Mantova VIDEO FOTO

In manette un albanese e una colombiana incensurati: 2 kg di eroina, 2 kg di cocaina e 10mila euro.

Maxi sequestro di droga e due arresti a Mantova VIDEO FOTO
Mantova, 23 Maggio 2019 ore 12:24



Maxi sequestro di droga e due arresti a Mantova. In manette un albanese e una colombiana incensurati: 2 kg di eroina, 2 kg di cocaina e 10mila euro.

Maxi sequestro di droga

Un maxi sequestro di droga a Porto Mantovano, alle porte di Mantova. La Squadra Mobile della Questura di Mantova ha sequestrato 2 kg di eroina, 2 kg di cocaina e circa 10mila euro in contanti. Non solo. Ci sono anche due arresti: a finire in manette il 22enne albanese Erald Qoshku e la 52enne colombiana Fior Alba Patino.

La droga nascosta nel cruscotto dell’auto

Gli agenti della polizia mantovana sono intervenuti nella giornata di martedì, quando hanno notato uno strano movimento all’interno dell’auto a disposizione del 22enne. Già da qualche giorno la Questura stava tenendo monitorati il giovane e la 52enne colombiana. Quando sono entrati in azione, il giovane stava riponendo nel cruscotto dell’auto due panetti da un kg l’uno di cocaina. All’interno del cruscotto vi erano anche i 10mila euro in contanti. Subito dopo è scattato il blitz anche nell’appartamento a disposizione dei due, in via Manzoni a Porto Mantovano: nell’alloggio, oltre alla 52enne colombiana, sono stati trovati anche due kg di eroina divisi in quattro panetti. L’ingente quantità di stupefacenti è stata sequestrata e i due sono ora in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria.

La droga sequestrata a Porto Mantovano
La droga sequestrata a Porto Mantovano

Traffico internazionale

Quello su cui hanno messo gli occhi gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Mantova, potrebbe essere un vasto giro internazionale di droga che potrebbe affondare le radici in Emilia. Tanto che delle indagini si stanno occupando varie Questure, tra cui quella di Reggio Emilia.

Indagini ancora in corso

I due arrestati erano entrambi incensurati. Quale fosse il loro ruolo è ancora da chiarire: può essere che si tratti di due corrieri adibiti al trasporto di ingenti quantità di stupefacenti. Su tali aspetti la Questura sta ancora indagando, come anche sull’eventuale ruolo del proprietario dell’appartamento, nel quale i due si trovavano senza alcun contratto. L’appartamento, in ogni caso, veniva usato come base “pulita” per il traffico di stupefacenti. Sono in corso indagini anche per riuscire a risalire all’origine della droga trovata a Porto Mantovano, come anche la destinazione.

 

LEGGI ANCHE: Gianluca Franceschina scomparso, la compagna: “Aiutatemi, sto impazzendo”

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia