Cronaca
Borgo Virgilio

Maxi ordigno inesploso: evacuazione per 3mila persone

Il brillamento fissato per il 7 agosto: via persone e animali in un raggio di 1.5 km

Maxi ordigno inesploso: evacuazione per 3mila persone
Cronaca 30 Luglio 2022 ore 10:23

La decisione presa dalla Prefettura e dalle forze dell'ordine.

3mila persone dovranno lasciare casa

E' previsto per la giornata di domenica 7 agosto 2022 il brillamento di un grosso ordigno bellico inesploso trovato lungo la riva del Po in secca tra Borgoforte di Borgo Virgilio e Motteggiana. Si tratta di un ordigno di mille libbre (ovvero mezza tonnellata circa) che fu sganciato da un aereo durante la seconda guerra mondiale.

Nella giornata di venerdì 29 luglio 2022 si è tenuta in Prefettura una riunione tra forze dell'ordine e prefetto per decidere come procedere. Emerge così che in occasione del brillamento, considerata la potenziale pericolosità dell'ordigno, dovranno essere evacuate persone e animali in un raggio di 1.5 km: in tale area, hanno fatto sapere i rappresentanti dei Comuni di Borgo Virgilio e Motteggiana, abitano circa 3mila persone che di conseguenza dovranno lasciare la propria abitazione.

Sono in corso di valutazione le peculiari situazioni connesse alla casa di riposo di Borgo Virgilio e a due impianti di erogazione di carburante ricadenti nel perimetro interessato, pur in aree marginali.

Centro accoglienza e no sorvolo

In occasione del brillamento la Prefettura di Mantova chiederà ad Enac (Ente nazionale aviazione civile) l’emissione del divieto di sorvolo. I Comuni allestiranno appositi centri di accoglienza della popolazione nell’arco orario di svolgimento delle operazioni di recupero dell’ordigno.

Saranno adottate apposite ordinanze comunali di evacuazione, unitamente ad iniziative di preavviso della popolazione, anche con il coinvolgimento delle associazioni di volontariato, per sovvenire a tutte le esigenze delle persone residenti nelle citate aree. Le forze dell’ordine e la Provincia sono state incaricate fin da subito di redigere un’attenta pianificazione di deviazione della circolazione stradale per evitare che nella fascia oraria delle operazioni si verifichino indebiti ingressi.

Come si svolgerà l'operazione

L’Autorità militare (Genio guastatori di Cremona) ha informato che le operazioni in questione si articoleranno in una prima fase, di circa tre ore (dalle 9 alle 12 circa), di messa in sicurezza dell’ordigno (despolettamento) e in una seconda fase di spostamento del medesimo nel sito di brillamento. Il sito dove l'ordigno verrà fatto brillare è in corso di individuazione.

All'incontro in prefettura erano presenti i sindaci di Borgo Virgilio e Motteggiana, i vertici degli organi di polizia, dei vigili del fuoco e della Provincia nonché rappresentanti del 10° Reggimento Genio Guastatori di Cremona.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter