In piazza

Manifestazione del mondo dello sport a Mantova, appuntamento in piazza Sordello

"I centri sportivi non possono e non devono essere il capro espiatorio di questa situazione di emergenza."

Manifestazione del mondo dello sport a Mantova, appuntamento in piazza Sordello
Mantova, 30 Ottobre 2020 ore 14:55

Nuovo DCPM: “Lo sport è morto”, manifestazione sabato 31 ore 11 in piazza Sordello.

Manifestazione del mondo dello sport a Mantova

Manifestazione del mondo sportivo mantovano contro il nuovo DCPM, sabato ore 11 in piazza Sordello.
Dopo l’ennesimo DCPM che ha imposto la chiusura di centri sportivi, scuole di danza e fermato tutto il mondo dello sport il coordinamento spontaneo, nato tra gestori di centri sportivi mantovani, organizza sabato una manifestazione statica apolitica nel pieno rispetto delle normative anti-Covid.

“A distanza di una settimana dalla chiusura imposta dal governo – si legge nel comunicato diffuso dal coordinamento- scendiamo in piazza a difesa del mondo dello sport e per chiedere, non aiuti, ma semplicemente di poter lavorare, come abbiamo fatto finora, nel pieno rispetto delle misure anti-Covid. Purtroppo sapevamo che sarebbe finita così. Due settimane fa, nelle parole del presidente del Consiglio, avevamo già percepito il duro attacco che il mondo dello Sport avrebbe subito. Un ultimatum, che ha reso ancora più difficile l’ultima settimana prima della chiusura fino al, si spera non oltre, 24 novembre.  I centri sportivi non possono e non devono essere il capro espiatorio di questa situazione di emergenza. 
Ad oggi- si continua nel comunicato- tutte le strutture sportive seguono rigidi protocolli di sicurezza per la salute dei propri atleti e lavoratori.
Un sacrificio enorme è già stato chiesto a questo settore che, pur di tornare a lavorare, ha assecondato tutte le richieste di adeguamento senza battere ciglio. A fronte di nessuna evidenza scientifica di contagio una chiusura per settori, non per colpe, è una chiusura ingiusta e inaccettabile. In Italia il settore dello Sport vale più di 30 miliardi. Sono milioni i cittadini sportivi professionisti e amatori che praticano attività motoria e ne colgono i benefici sia fisici e psicologici, senza contare i risvolti sociali positivi che ne derivano. A fronte di questo-conclude il comunicato-come si può ritenere che tutto questo sia superfluo o sacrificabile?”

Covid, il Premier Conte ha firmato il nuovo Dpcm LE NUOVE MISURE

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia