portata storica

Livello record per il Secchia: raggiunti 11,70 metri alla chiavica di Bondanello

Il record è stato registrato nei pressi dell'impianto consortile di Mondine.

Livello record per il Secchia: raggiunti 11,70 metri alla chiavica di Bondanello
Cronaca Sotto il Po, 07 Dicembre 2020 ore 15:28

Secondo il monitoraggio tecnico – che tiene costantemente sotto controllo il transito dei flussi d’acqua straordinari – la quota idrometrica sarebbe la seconda più alta mai registrata. Squadre consortili operative con massima attenzione fino alla fine dell’allerta.

(In copertina il punto dove è stata registrata la portata storica a Bondanello, nei pressi dell’impianto consortile di Mondine)

Seconda quota idrometrica più alta mai registrata

Il dato è impressionante: undici metri e settanta centimetri (11,70 m) è la quota idrometrica raggiunta nella giornata di oggi, lunedì 7 dicembre, alla chiavica di Bondanello (frazione di Moglia) nei pressi dell’impianto idrovoro consortile di Mondine, al servizio del comprensorio gestito dalla Bonifica dell’Emilia Centrale.

La portata di carattere storico, registrata dall’idrometro AIPo e confermata anche dal team di monitoraggio tecnico consortile che presidia e controlla il transito dei flussi d’acqua straordinari grazie al telecontrollo, sarebbe la seconda più alta di sempre (più precisamente, da un centinaio d’anni a questa parte, cioè da quando è possibile misurare tali valori).

L’argine ha retto senza criticità

“Una quantità d’acqua davvero notevole, ma l’argine ha retto e non si è registrata alcuna criticità o esondazione – rassicura il direttore dell’Emilia Centrale Domenico Turazza – . Le nostre squadre restano impegnate lungo i comprensori gestiti, seguitiamo nel mantenere elevata l’attenzione perché le imminenti piogge, pur previste di minore intensità, ci inducono a non abbassare la guardia. Tutti gli uomini sono operativi”.

Chiuso il ponte di Bondanello e quello ferroviario di Quistello

Nonostante l’assenza di criticità per precauzione e per la sicurezza dei cittadini già da questa mattina è stato chiuso il ponte di Bondanello e quello ferroviario di Quistello. Infatti la direzione di Ferrovie Emilia Romagna – FER ha tempestivamente messo in atto, con il dovuto anticipo, le misure di competenza, consistenti nell’installazione ai lati del ponte ferroviario di Quistello di apposite barriere a protezione dell’infrastruttura.

Per l’intera giornata di domani, 8 dicembre 2020, verrà mantenuta un’attenta vigilanza su tutti i manufatti arginali del fiume Secchia.

LEGGI ANCHE:

Preoccupante innalzamento del Secchia, chiusi il Ponte di Bondanello di Moglia e quello ferroviario di Quistello FOTO

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità