favoreggiamento dell’immigrazione

Lavoratori senza documenti e in precarie condizioni igieniche e di lavoro: succede a Marmirolo VIDEO

Nessuna norma igienica e sanitaria rispettata.

Mantova, 01 Luglio 2020 ore 15:29

I carabinieri della Stazione di Marmirolo e del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Mantova, con il supporto della Compagnie del Comando Provinciale Carabinieri di Mantova, hanno denunciato in stato di libertà due cittadini cinesi, titolari di laboratori tessili, poiché ritenuti responsabili di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina nel territorio italiano di connazionali.

Le attività di controllo dei Carabinieri mantovani

Le attività di controllo sono state svolte nottetempo con il coinvolgimento di una ventina di militari. All’interno di un capannone industriale, ove hanno sede entrambe le imprese, sono stati trovati complessivamente sedici cittadini cinesi, di cui cinque privi di documento di riconoscimento, tutti intenti a lavorare alle macchine da cucire.
Gli ambienti di lavoro, in ambedue i casi, sono sin da subito apparsi precari e con evidenti carenze igienico sanitarie. Letti, materassi, frigoriferi e mense improvvisate in piena commistione con i luoghi di lavoro oppure, dove possibile, separati da mura in polistirolo. Il tutto ovviamente senza rispettare alcuna normativa sulla sicurezza e men che meno sul contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da covid-19.
Le attività imprenditoriali sono state immediatamente sospese e oltre alla denuncia penale sono state elevate contravvenzioni per complessivi 25mila euro.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia