BONIFICA

Laghi di Mantova e Polo Chimico: approvata la messa in sicurezza d’emergenza e la bonifica

Disponibili per l'operazione 16,6 milioni.

Laghi di Mantova e Polo Chimico: approvata la messa in sicurezza d’emergenza e la bonifica
Mantova, 22 Aprile 2020 ore 11:04

La Giunta regionale della Lombardia, ha approvato, su proposta dell’assessore ad Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo, lo schema del II° Accordo Integrativo all”Atto sostitutivo all’Accordo di programma per la definizione degli interventi di messa in sicurezza d’emergenza e successiva bonifica, nel sito di interesse nazionale di Laghi di Mantova e Polo Chimico’.

Il commento dell’assessore Cattaneo

 “I 16.6 milioni di euro resi disponibili dall’aggiornamento dell’accordo di programma sono il frutto del lavoro di Regione Lombardia, che in questi ultimi mesi è stata in costante contatto con il Ministero dell’ambiente, non solo attraverso il lavoro dei tecnici – spiega l’assessore Raffaele Cattaneo -. Ho incontrato il ministro Costa a gennaio per parlare proprio del tema dei Sin della Lombardia e gli ho espresso la necessità di superare le lungaggini burocratiche che impedivano la prosecuzione dei lavori e la messa a disposizione delle risorse per il Sin Laghi di Mantova e Polo Chimico. Con la visita al Sin di Mantova a febbraio ho potuto constatare il lavoro di bonifica che Eni Rewind stava già portando avanti e gli investimenti che ha effettuato negli anni. L’approvazione delle modifiche all’accordo di programma – prosegue l’assessore – rende operative le attività di bonifica che si andranno a realizzare nei prossimi mesi e le risorse rese disponibili dal Ministero dell’Ambiente sono un importante passo per tutte le istituzioni al fine di proseguire uniti al risanamento del Sin di Mantova”.

Finalità dell’intervento e costi

La misura intende modificare il quadro tecnico finanziario dell’Atto sostitutivo dell’Accordo di programma per la definizione degli interventi di messa in sicurezza d’emergenza e successiva bonifica nel sito di interesse nazionale di Laghi di Mantova e Polo Chimico del 31 maggio 2007, per adeguarlo alle revisioni e integrazioni programmatiche e progettuali degli interventi di bonifica dell’area, intervenute nel tempo.

Il quadro tecnico-finanziario complessivo delle risorse disponibili comprensive di nuove assegnazioni finanziarie ministeriali nel frattempo aggiunte, ammonta complessivamente a 16.617.278,39 euro. I soggetti attuatori delle attività previste dall’accordo di Programma: Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare; Regione Lombardia; Provincia di Mantova; Comune di Mantova; Comune di Borgo Virgilio; Comune di San Giorgio Bigarello; Parco del Mincio.

Interventi previsti

L’Accordo disciplina l’esecuzione dei seguenti interventi: interventi ed attività finalizzate alla bonifica del Canale Sisma. In particolare: indagini integrative specifiche di caratterizzazione; individuazione e realizzazione degli interventi di bonifica/messa in sicurezza necessari.

  • Interventi sulle aree di proprietà della Società Agricola ‘Cascina delle Betulle’. In particolare: analisi di rischio ed eventuale progettazione per la bonifica dell’area, qualora necessaria; caratterizzazione dei sedimenti nelle aree umide e nel canale interno e nel canale San Giorgio e redazione di un piano di intervento, qualora necessario.
  • Interventi sulle aree lacuali ricadenti nel SIN nelle quali non è individuato il responsabile della contaminazione (es. aree del Lago di Mezzo, del Lago inferiore esclusa la darsena IES, parte della Vallazza, ecc.). In particolare: redazione del progetto di fattibilità tecnico ed economico per il ripristino ambientale dell’area lacuale per le aree più critiche per la presenza di contaminanti; eventuali attività preliminari alla progettazione definitiva (indagini integrative di caratterizzazione); progettazione definitiva degli interventi di ripristino ambientale.
  • Interventi nelle aree residenziali. In particolare sarà finanziato il ‘Piano di indagine preliminare finalizzato alla verifica dello stato di potenziale contaminazione dei suoli e delle acque di falda’.
  • Implementazione e gestione del modello idrogeologico e Monitoraggio delle acque sotterranee da piezometri ubicati in aree pubbliche nell’ambito delle campagne coordinate.
  • Attuazione delle misure di prevenzione/messa in sicurezza, esecuzione di monitoraggi o di indagini di caratterizzazione, elaborazione di analisi di rischio ed eventuali altri interventi non prevedibili e non preventivabili.
  • Attività di monitoraggio della pista ciclopedonale di Via Brennero dell’aria e dei gas interstiziali, in attuazione del Protocollo definito da ARPA, ATS, ISPRA, ISS e INAIL.
  • Prosecuzione attività finanziata con Accordo Integrativo del 12/05/2016 ‘Esecuzione di una campagna di speciazione del mercurio, approfondimento della caratterizzazione e conseguente eventuale progettazione preliminare degli interventi di dragaggio dei sedimenti e dei terreni contaminati nel tratto fluviale del basso Mincio in prossimità della Conca di Valdaro’.

Durata dell’accordo

L’Accordo di Programma è vincolante per i Soggetti sottoscrittori ed ha durata di 48 mesi a partire dalla data di registrazione e può essere prorogato per una durata massima di 18 mesi dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, in presenza di circostanze sopravvenute, impreviste, imprevedibili e motivate, su richiesta di almeno uno dei soggetti sottoscrittori.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia