BONIFICA

Laghi di Mantova e Polo Chimico: approvata la messa in sicurezza d’emergenza e la bonifica

Disponibili per l'operazione 16,6 milioni.

Laghi di Mantova e Polo Chimico: approvata la messa in sicurezza d’emergenza e la bonifica
Mantova, 22 Aprile 2020 ore 11:04

La Giunta regionale della Lombardia, ha approvato, su proposta dell’assessore ad Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo, lo schema del II° Accordo Integrativo all”Atto sostitutivo all’Accordo di programma per la definizione degli interventi di messa in sicurezza d’emergenza e successiva bonifica, nel sito di interesse nazionale di Laghi di Mantova e Polo Chimico’.

Il commento dell’assessore Cattaneo

 “I 16.6 milioni di euro resi disponibili dall’aggiornamento dell’accordo di programma sono il frutto del lavoro di Regione Lombardia, che in questi ultimi mesi è stata in costante contatto con il Ministero dell’ambiente, non solo attraverso il lavoro dei tecnici – spiega l’assessore Raffaele Cattaneo -. Ho incontrato il ministro Costa a gennaio per parlare proprio del tema dei Sin della Lombardia e gli ho espresso la necessità di superare le lungaggini burocratiche che impedivano la prosecuzione dei lavori e la messa a disposizione delle risorse per il Sin Laghi di Mantova e Polo Chimico. Con la visita al Sin di Mantova a febbraio ho potuto constatare il lavoro di bonifica che Eni Rewind stava già portando avanti e gli investimenti che ha effettuato negli anni. L’approvazione delle modifiche all’accordo di programma – prosegue l’assessore – rende operative le attività di bonifica che si andranno a realizzare nei prossimi mesi e le risorse rese disponibili dal Ministero dell’Ambiente sono un importante passo per tutte le istituzioni al fine di proseguire uniti al risanamento del Sin di Mantova”.

Finalità dell’intervento e costi

La misura intende modificare il quadro tecnico finanziario dell’Atto sostitutivo dell’Accordo di programma per la definizione degli interventi di messa in sicurezza d’emergenza e successiva bonifica nel sito di interesse nazionale di Laghi di Mantova e Polo Chimico del 31 maggio 2007, per adeguarlo alle revisioni e integrazioni programmatiche e progettuali degli interventi di bonifica dell’area, intervenute nel tempo.

Il quadro tecnico-finanziario complessivo delle risorse disponibili comprensive di nuove assegnazioni finanziarie ministeriali nel frattempo aggiunte, ammonta complessivamente a 16.617.278,39 euro. I soggetti attuatori delle attività previste dall’accordo di Programma: Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare; Regione Lombardia; Provincia di Mantova; Comune di Mantova; Comune di Borgo Virgilio; Comune di San Giorgio Bigarello; Parco del Mincio.

Interventi previsti

L’Accordo disciplina l’esecuzione dei seguenti interventi: interventi ed attività finalizzate alla bonifica del Canale Sisma. In particolare: indagini integrative specifiche di caratterizzazione; individuazione e realizzazione degli interventi di bonifica/messa in sicurezza necessari.

  • Interventi sulle aree di proprietà della Società Agricola ‘Cascina delle Betulle’. In particolare: analisi di rischio ed eventuale progettazione per la bonifica dell’area, qualora necessaria; caratterizzazione dei sedimenti nelle aree umide e nel canale interno e nel canale San Giorgio e redazione di un piano di intervento, qualora necessario.
  • Interventi sulle aree lacuali ricadenti nel SIN nelle quali non è individuato il responsabile della contaminazione (es. aree del Lago di Mezzo, del Lago inferiore esclusa la darsena IES, parte della Vallazza, ecc.). In particolare: redazione del progetto di fattibilità tecnico ed economico per il ripristino ambientale dell’area lacuale per le aree più critiche per la presenza di contaminanti; eventuali attività preliminari alla progettazione definitiva (indagini integrative di caratterizzazione); progettazione definitiva degli interventi di ripristino ambientale.
  • Interventi nelle aree residenziali. In particolare sarà finanziato il ‘Piano di indagine preliminare finalizzato alla verifica dello stato di potenziale contaminazione dei suoli e delle acque di falda’.
  • Implementazione e gestione del modello idrogeologico e Monitoraggio delle acque sotterranee da piezometri ubicati in aree pubbliche nell’ambito delle campagne coordinate.
  • Attuazione delle misure di prevenzione/messa in sicurezza, esecuzione di monitoraggi o di indagini di caratterizzazione, elaborazione di analisi di rischio ed eventuali altri interventi non prevedibili e non preventivabili.
  • Attività di monitoraggio della pista ciclopedonale di Via Brennero dell’aria e dei gas interstiziali, in attuazione del Protocollo definito da ARPA, ATS, ISPRA, ISS e INAIL.
  • Prosecuzione attività finanziata con Accordo Integrativo del 12/05/2016 ‘Esecuzione di una campagna di speciazione del mercurio, approfondimento della caratterizzazione e conseguente eventuale progettazione preliminare degli interventi di dragaggio dei sedimenti e dei terreni contaminati nel tratto fluviale del basso Mincio in prossimità della Conca di Valdaro’.

Durata dell’accordo

L’Accordo di Programma è vincolante per i Soggetti sottoscrittori ed ha durata di 48 mesi a partire dalla data di registrazione e può essere prorogato per una durata massima di 18 mesi dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, in presenza di circostanze sopravvenute, impreviste, imprevedibili e motivate, su richiesta di almeno uno dei soggetti sottoscrittori.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia