SOLIDARIETA'

La Fondazione della Comunità Mantovana e l’impegno nell’aiutare la famiglie FOTO

Permette di avere un tramite diretto tra la sede centrale di Fondazione Cariplo e le associazioni sui territori.

La Fondazione della Comunità Mantovana e l’impegno nell’aiutare la famiglie FOTO
Mantova, 14 Settembre 2020 ore 16:54

Aiutare le famiglie a conciliare il tempo della scuola con il tempo del lavoro: per questo è nata GASCOM2 (Genitori Associati per il Comprensivo Mantova 2), l’associazione di Mantova che da diversi anni si occupa di organizzare attività di doposcuola e non solo, per le famiglie dell’istituto comprensivo 2.  “Il comprensivo su cui agiamo – spiega Mauro Vinci, consigliere dell’associazione GASCOM2 – ha due scuole dell’infanzia, tre scuole elementari e una scuola media, per un totale di 1500 studenti.”.

Genitori Associati per il Comprensivo Mantova 2

“Tutti i membri di questa associazione sono anche genitori. Consci del fatto che spesso i tempi del lavoro non sempre sono facilmente conciliabili con gli orari scolastici dei figli. Per questo la prima cosa che abbiamo voluto organizzare è stata la attività di doposcuola”. Un’attività che da allora è sempre andata avanti e che ora dopo il lock down si prepara a ripartire, insieme alle scuole: “Non sappiamo ancora bene quando e come ripartiranno le lezioni, ma quando sarà saremo pronti”.

L’attività di doposcuola offerta da GASCOM2 si distingue in due moduli sia per le scuole primarie che per la secondaria, il primo dalle 14 alle 16, dedicato alla mensa ed all’assistenza compiti ed un secondo dalle 16 alle 18 dedicato per le primarie ad attività ludico ricreative mentre per la secondaria sempre ad assistenza per i compiti. Tante e diverse sono però le attività che sono state sviluppate nel corso degli anni.

“Abbiamo organizzato il Cred natalizio – continua Vinci – e un corso per i docenti della scuola media per approfondire il tema della comunicazione adulto-adolescente. Abbiamo inserito anche un corso di yoga per bambini e genitori, e vogliamo avviare un corso di avviamento musicale, oltre ad un laboratorio di arteterapia dove i bambini e ragazzi possano rielaborare attraverso l’arte e con l’aiuto di uno psicologo, i vissuti emotivi che l’emergenza coronavirus ha portato con sé”.

Il sostegno della Fondazione della Comunità Mantovana

Tutto questo però non sarebbe stato possibile senza il sostegno della Fondazione della Comunità Mantovana.

“Per noi la collaborazione con Fondazione è sempre stata essenziale. – spiega Mauro – Se non avessimo potuto contare sui bandi annuali dedicati alle iniziative per il sostegno della comunità, così come per l’aiuto Comune di Mantova, non dico che le attività non sarebbero state fatte, ma sicuramente avremmo dovuto ridimensionare i nostri servizi. Inoltre saremmo stati costretti a dover chiedere famiglie un contributo molto più alto di quello modesto, che oggi è previsto per il servizio di doposcuola”.

Fondazione della Comunità Mantovana permette di avere un tramite diretto tra la sede centrale di Fondazione Cariplo e le associazioni sui territori.

“Fondazione conosce le realtà perché lei stessa si trova sul territorio, e conosce quali sono le esigenze di chi lo vive. Questo permette alle associazioni di avere un confronto diretto e un riscontro immediato nel momento in cui si presenta un progetto. Permettendo loro di realizzarlo senza che debbano scontrarsi con un’eccessiva burocrazia. Un fattore che oggi per tante piccole realtà può fare la differenza” conclude Vinci.

4 foto Sfoglia la gallery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia