Immigrazione clandestina

Irregolare sul territorio nazionale: pregiudicato espulso e accompagnato alla frontiera

Predisposti inoltre, 7 ordini di allontanamento dall'Italia e 27 revoche di permessi di soggiorno.

Irregolare sul territorio nazionale: pregiudicato espulso e accompagnato alla frontiera
Mantova, 07 Agosto 2020 ore 12:38

Contrasto alla criminalità diffusa e alla immigrazione clandestina: pregiudicato espulso e accompagnato alla frontiera. Disposti inoltre 7 ordini di allontanamento dal territorio nazionale e 27 revoche di permessi di soggiorno.

Controlli del territorio

Nei giorni scorsi sono state effettuate Operazioni di Polizia finalizzate al controllo straordinario del territorio, disposte dal Questore della Provincia di Mantova Paolo Sartori, che hanno visto l’impiego di tutte le Forze dell’Ordine, in particolare di Reparti appartenenti alla Questura, alla Guardia di Finanza, alla Polizia Stradale, alle Polizie Locali di Mantova e dei Comuni limitrofi, ed al Reparto Prevenzione del Crimine della Polizia di Stato, al fine di ottimizzare le attività di prevenzione e repressione dei reati in quelle zone urbane negli ultimi tempi maggiormente interessate dal fenomeno della delinquenza di carattere predatorio e dallo spaccio di stupefacenti.

Pregiudicato espulso

Nello specifico, a conclusione dei contestuali controlli effettuati dall’Ufficio Immigrazione della Questura sulla attualità dei Titoli di Soggiorno posseduti da cittadini extracomunitari residenti nella nostra Provincia anche tramite la consultazione della Banca Dati del Ministero dell’Interno, il Questore Sartori ha adottato i seguenti Provvedimenti:

  • Nel pomeriggio di ieri, gli uomini dell’Ufficio Immigrazione hanno eseguito l’Espulsione con Accompagnamento alla Frontiera nei confronti del cittadino tunisino M.T. di anni 29, irregolare sul Territorio italiano. Il predetto cittadino straniero, pluripregiudicato per reati di varia natura, in particolare per furto e spaccio di stupefacenti era stato da poco scarcerato dalla locale Casa Circondariale dopo aver scontato la pena di anni 1 e mesi 4 per il delitto di maltrattamenti in famiglia. Gli Agenti di Polizia lo hanno scortato presso il Centro di Permanenza Rimpatri “Brunelleschi” di Torino, da dove verrà nei prossimi giorni rimpatriato nel proprio Paese di origine.
  • 7 Decreti di Allontanamento dal Territorio Nazionale nei confronti di altrettanti cittadini extracomunitari presenti illegalmente nel nostro Paese, con intimazione ad uscire dall’Italia nel termine perentorio di 7 giorni:
    -W.T., 42enne cittadino del Benin, con a suo carico precedenti penali e di polizia produzione e traffico di sostanze stupefacenti, spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione illegale di armi, lesioni personali aggravate e resistenza a Pubblico Ufficiale;
    -D.B., 23enne cittadino del Gambia, con precedenti penali e di polizia per traffico di sostanze stupefacenti;
    -A.D., 27enne cittadino del Ghana con precedenti penali e di polizia per traffico di sostanze stupefacenti, resistenza a Pubblico Ufficiale e furto;
    -A. S., 38enne cittadino del Bangladesh, al quale è stato negato lo status di rifugiato;
    -J. O., 26enne cittadino del Gambia;
    -H. K., 22enne cittadino tunisino;
    -A.E., 22enne cittadino nigeriano.
    Nel caso in cui costoro non dovessero ottemperare all’Ordine del Questore, una volta rintracciati nuovamente verranno espulsi ed accompagnati forzatamente nel loro Paese di provenienza;
  • 27 Revoche di Permesso di Soggiorno nei confronti di cittadini extracomunitari già in possesso di validi Titoli di soggiorno ma che, per vari motivi – tra i quali quello di aver commesso reati di diversa tipologia, ostativi al prosieguo della loro regolare permanenza in Italia – si è resa necessaria la revoca dei Permessi di Soggiorno, con intimazione a lasciare entro 15 giorni il nostro Territorio Nazionale.

“I periodici controlli dell’Ufficio Immigrazione, in collaborazione con tutte le altre Forze di Polizia e le altre Istituzioni competenti, sono di fondamentale importanza al fine di evitare che possano radicarsi sul nostro territorio soggetti pregiudicati, spesso privi del necessario titolo per soggiornare nel nostro Paese, i quali, con i loro comportamenti, destano particolare allarme sociale e compromettono la civile convivenza. E’assai importante – ha tenuto a precisare il Questore Paolo Sartori al termine delle operazioni – mantenere il più elevato possibile il livello di legalità nella nostra Provincia, facendo percepire alla cittadinanza la nostra vicinanza ai problemi ed alle esigenze da essa ritenuti imprescindibili”.

LEGGI ANCHE Schiaffi e spinte alla ex fidanzata in un bar: 33enne mantovano in manette

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia