Inchiesta al Poma: due oncologhe contro primario Cantore, cure a basso costo ma poco efficaci?

Secondo i magistrati le due oncologhe del Poma sarebbero state vittime di condotte vessatorie.

Inchiesta al Poma: due oncologhe contro primario Cantore, cure a basso costo ma poco efficaci?
Mantova, 14 Gennaio 2019 ore 12:24

Secondo la magistratura le due oncologhe del Poma che si sono “ribellate” alle linee terapeutiche imposte dal dirigente del reparto sarebbero state “punite” con condotte vessatorie.

Inchiesta al Poma

Francesca Adami e Maria Beatrice Pisanelli, oncologhe del Poma, da una parte. Dall’altra il primario di Oncologia del Poma, Maurizio Cantore. Si procede contro il dirigente del reparto che sarebbe responsabili di condotte vessatorie a danno delle due dottoresse autrici dell’esposto contro le linee terapeutiche imposte da Cantore. Dalle intercettazioni della magistratura sarebbe emerso che il primario voleva escludere in qualsiasi modo le due oncologhe, colpevoli di opporsi alle terapie locoregionali, a basso costo ma poco efficaci, al posto di farmaci di ultima generazione in linea con gli attuali protocolli terapeutici.

Demansionate e trasferite

Le due donne avrebbero subito un demansionamento e, nel 2016, un trasferimento che – secondo le prove raccolte dalla magistratura – sarebbe stato il risultato delle continue pressioni del dottor Cantore sulla dirigenza dell’azienda ospedaliera. Le due oncologhe, molto apprezzate da pazienti e familiari, avevano invece ricevuto valutazioni fortemente negative circa il loro operato dal primario. Dopo un mese il giudice del lavoro le aveva reintegrate in reparto.

Ipotesi di reato

Se si dovesse arrivare in giudizio le ipotesi di reato contro Cantori sarebbero di abuso d’ufficio e maltrattamento, per le quali il giudice per le indagini preliminari Matteo Grimaldi ha restituito gli atti al pubblico ministero perché formuli i capi di imputazione e perfezioni la richiesta di giudizio. Sarà il 30 aprile 2019 l’udienza di fronte al giudice per decidere se rinviare a giudizio nove medici, tra cui lo stesso Cantore, accusati a vario titolo di omicidio colposo, lesioni colpose, falso e altro.

LEGGI ANCHE: Scossa di terremoto nella Bassa

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia