un arresto e una denuncia

In giro in piena notte con un amico.. ma doveva essere a casa ai domiciliari

I due sono stati trovati anche in possesso di un coltello da cucina e di un mattarello.

In giro in piena notte con un amico.. ma doveva essere a casa ai domiciliari
Cronaca Mantova, 23 Marzo 2021 ore 09:12

Tentano di eludere il controllo dei Carabinieri: un arresto e una denuncia.

Arrestato 27enne

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile e della Stazione di Mantova hanno arrestato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale ed evasione H.A., di origini tunisine, 27enne, e denunciato un coetaneo mantovano, M.M., per procurata evasione e porto di oggetti atti ad offendere.

Alla vista dei militari hanno tentato la fuga

Erano le due di notte, nel quartiere Lunetta di Mantova, quando la Gazzella dell’Arma ha intercettato un veicolo che, alla vista dei militari, ha immediatamente accelerato cercando di seminarli. Ma la richiesta di ausilio alla Centrale Operativa e l’immediato intervento a supporto della pattuglia della Stazione di Mantova, ha consentito di bloccare il mezzo dopo un breve inseguimento in via Valle d’Aosta. Tuttavia, mentre il conducente si è immediatamente reso collaborativo, il passeggero extracomunitario, nel vano tentativo di eludere il controllo, ha opposto violenza e resistenza ferendo lievemente uno dei carabinieri alla mano.

Era in giro in piena notte con l'amico ma doveva essere a casa ai domiciliari

Una volta bloccato ed identificato è emerso che H.A., invece di trovarsi in giro in piena notte con l’amico vicino di casa, sarebbe dovuto essere all’interno della propria abitazione, agli arresti domiciliari, poiché sottoposto alla custodia cautelare per i reati di rapina e violazioni in materia di armi.

In possesso di un mattarello e di un coltello

La contestuale perquisizione del veicolo ha poi consentito di rinvenire e sottoporre a sequestro un coltellaccio da cucina ed un mattarello, entrambi a portata di mano.
L’arrestato, dopo il processo del rito direttissimo, celebrato ieri mattinata, è stato nuovamente sottoposto agli arresti domiciliari con l’applicazione del braccialetto elettronico.