solidarietà

Il Consorzio Parmigiano Reggiano dona un furgone al Poma

Il furgone servirà per trasporti a temperatura controllata e attrezzatura informatica. 

Il Consorzio Parmigiano Reggiano dona un furgone al Poma
Cronaca Mantova, 29 Dicembre 2020 ore 14:23

Il Consorzio parmigiano reggiano dona un furgone per trasporti a temperatura controllata e attrezzatura informatica all’ospedale Carlo Poma.

La donazione del Consorzio Parmigiano Reggiano

Il Consorzio Parmigiano Reggiano ha donato all’ospedale Carlo Poma un furgone coibentato per trasporti a temperatura controllata e l’infrastruttura per la telemedicina nel blocco B dell’ospedale stesso.
La cerimonia di consegna si è svolta oggi, martedì 29 dicembre 2020, presso l’ospedale Carlo Poma, davanti agli uffici della Direzione Generale dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Mantova.
La consegna è avvenuta alla presenza di Riccardo Deserti, direttore generale del Consorzio di tutela e Cristian Odini, presidente della sezione di Mantova.

Il Consorzio Parmigiano Reggiano dona un furgone al Poma

La produzione a Mantova

Mantova è una delle cinque province nelle quali si produce la Dop – oltre a Parma, Reggio Emilia, Modena e Bologna – nella provincia di Mantova sono 21 i caseifici che producono ogni anno circa 400 mila forme di Parmigiano Reggiano.
L’iniziativa si inserisce in un quadro ampio di donazioni: nel comprensorio di produzione il Consorzio ha infatti donato anche quattro ambulanze.

“Un piccolo aiuto quanto mai necessario in una regione che è stata particolarmente colpita dalla pandemia – ha dichiarato il presidente del Consorzio, Nicola Bertinelli – il Consorzio ha voluto dare un contributo concreto, donando un furgone con allestimento isotermico per trasporti a temperatura controllata e la tecnologia per facilitare le comunicazioni tra i pazienti e i parenti, importantissima nei momenti di difficoltà”.
“Il Consorzio Parmigiano Reggiano, ancora una volta, ha mostrato la sua generosità verso l’ospedale cittadino donando un mezzo di trasporto particolarmente necessario in questo periodo.
Ringrazio vivamente il Consorzio anche per l’importante aiuto nell’allestimento dell’infrastruttura di telecomunicazione nel blocco B del Carlo Poma, fondamentale per i pazienti durante l’isolamento forzato di questi mesi.” ha affermato Raffaello Stradoni, Direttore Generale dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Mantova.

LEGGI ANCHE:

Covid, 4 nuovi positivi a Mantova e provincia: la situazione martedì 29 dicembre 2020

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità