Il bikesharing decolla: a Mantova le nuove bici Mobike

Flotta di 50 biciclette nuove di zecca. In un anno 40mila noleggi e 14mila iscritti.

Il bikesharing decolla: a Mantova le nuove bici Mobike
Mantova, 04 Aprile 2019 ore 13:21

Il bikesharing a Mantova decolla: 50 nuove biciclette Mobike e i numeri delle adesioni sono in costante ascesa.

Arriva la nuova flotta

Arrivano in centro a Mantova 50 nuove biciclette Mobike destinate al bikesharing, ovvero a quel servizio che consente di prendere a noleggio una bicicletta per spostamenti sopratutto all'interno dell'area urbana cittadina. Si tratta di una flotta di 50 biciclette di ultima generazione che vanno ad aggiungersi alle circa 150 già presenti sul territorio mantovano. Queste ultime però fanno parte di una flotta meno recente e una cinquantina di queste, nel corso dei prossimi mesi, verranno sostituite con il nuovo modello. Una volta entrato a regime, il servizio di bikesharing a Mantova potrà contare su 200 biciclette: 100 appartenenti al primo modello ed altrettante, invece, appartenenti al modello più recente.

Biciclette "indistruttibili"

Come spiegato durante la conferenza stampa che si è svolta nella mattinata di oggi, giovedì 4 aprile 2019, si tratta di biciclette particolarmente resistenti e dotate di moderna tecnologia. Probabilmente più pesanti rispetto alle bici tradizionali, le Mobike però hanno ruote piene, pezzi non rimovibili, sellino idraulico (tale che non possa essere sfilato dalla biciletta stessa), raggi molto solidi e via dicendo. Caratteristiche, queste, che rendono le biciclette adatte a rimanere all'aperto in condizioni meteo sia buone che meno buone. Ma non mancano gli spunti tecnologici: ogni bici infatti è dotata di Gps che consente di localizzarle in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo. Tale dispositivo Gps è funzionante a batteria e, affinché la batteria stessa non si scarichi rendendo sostanzialmente inutile il Gps, sul fondo del cestino della bici è stato applicato un pannello fotovoltaico che dovrebbe garantire la carica della batteria e quindi del dispositivo di geolocalizzazione del velocipede.

4 foto Sfoglia la gallery

La bici sempre e in ogni luogo

Il servizio è basato sua una sorta di bikesharing diffuso, che consente agli utenti di prendere a prestito una bicicletta, usarla e poi lasciarla in qualunque luogo senza bisogno di riporla in eventuali specifici punti di raccolta. Ogni utente avrà la possibilità di chiudere a chiave la bicicletta nel caso di diversi spostamenti, oppure di non chiudere il lucchetto così da renderla disponibile per chiunque ne abbia necessità. Per gli utenti è possibile localizzare la bicicletta più vicina grazie all'apposita applicazione. Il costo del servizio è di un euro ogni venti minuti, ma l'abbonamento annuale di 54 euro consente spostamenti e noleggi senza limiti.

Numeri in aumento

La conferenza stampa si è tenuta nella mattinata di oggi, giovedì 4 aprile 2019, nella sala consiliare del municipio di Mantova. Erano presenti gli assessori Iacopo RebecchiPaola Nobis, insieme all'amministratore di Aster Michele Chiodarelli e al responsabile delle relazioni istituzionali di Mobike Davide Lazzari. Durante la presentazione è stato spiegato come nel corso dell'ultimo anno, che coincide con la sperimentazione del bikesharing a Mantova, sono stati contati ben 40mila noleggi, con circa 14mila persone che hanno scaricato l'applicazione e, di conseguenza, potenziali utilizzatori del servizio. Nel corso dei prossimi mesi i numeri però potrebbero aumentare.

LEGGI ANCHE: Valorizzazione Ospedale Oglio Po, un ponte di servizi socio-sanitari con i comuni del territorio

"Mobilità sostenibile e diffusa"

Nel corso della conferenza stampa, assessori e responsabili di Aster e Mobike hanno parlato di "mobilità sostenibile e diffusa che garantisce spostamenti comodi, fino alla meta e senza inquinamento". Non solo. C'è anche un riferimento all'ambiente: "Grazie a tali modalità di spostamento e mobilità, è possibile raggiungere un luogo piuttosto che un altro senza inquinamento e creando spazio per la collettività che, in caso contrario, sarebbe occupato da automobili o altri veicoli a motore".

 

LEGGI ANCHE: Mostra Nitsch Mantova, Regione “Disdicevole e disgustoso”