Giovanissimi costretti alla roulette russa per un debito di droga FOTO VIDEO

Tre spacciatori di 25, 24 e 21 anni, sono finiti in manette.

Giovanissimi costretti alla roulette russa per un debito di droga FOTO VIDEO
19 Novembre 2018 ore 16:11

Giovanissimi costretti alla roulette russa per un debito di droga a Mezzago. Due 18enni e un 17enne sequestrati perché colpevoli di aver fatto sparire una partita di stupefacente affidata a uno di loro. Lo racconta il nostro portale giornaledimonza.it

Giovanissimi costretti alla roulette russa per un debito di droga

Sequestro di persona, tentata estorsione, detenzione e porto di arma clandestina nonché detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Sono queste le accuse nei confronti di tre spacciatori di 25, 24 e 21 anni, tutte residenti nel vimercatese, arrestate nel fine settimana. I tre spacciatori italiani sono finiti in manette per aver sequestrato e costretto a subire la “roulette russa” tre giovani pusher (due 18enni e un 17 enne appunto), puntandogli una calibro 38 carica alla testa, colpevoli di aver fatto sparire una partita di droga affidata ad uno di loro e poi rivenduta ad un quarto giovane, rintracciato e arrestato a sua volta per detenzione di droga.

L’appuntamento nel box di Mezzago

Il tutto è avvenuto sabato sera in un box di Mezzago, nelle vicinanze di via Biffi. Dove sequestrati e sequestratori si sono dati appuntamento per verificare che nulla mancasse all’interno del garage, messo a disposizione da uno dei giovanissimi pusher. La situazione è stata risolta dai carabinieri, intervenuti su segnalazione di un amico dei tre sequestrati. Alla base della vicenda un giro di droga impressionante.

 AGGIORNAMENTI E  FOTO QUI

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia