Menu
Cerca
Asola

Giovani fidanzati 20enni scoperti nel loro "covo dello spaccio" allestito in taverna

Grazie al taccuino ritrovato assieme alla droga verrà ricostruita l'intera rete di spaccio.

Giovani fidanzati 20enni scoperti nel loro "covo dello spaccio" allestito in taverna
Cronaca Mantova, 19 Maggio 2021 ore 12:03

Durante il pomeriggio di ieri martedì 18 maggio 2021, a conclusione di una articolata attività di indagine finalizzata alla repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti fra i giovani Asolani, i Carabinieri della Stazione di Asola hanno arrestato in flagranza di reato una coppia di fidanzati classe 2000.  

Fidanzati e spacciatori

Erano insospettabili, di buona famiglia e per questo, forse, con troppa sicurezza, dovuta anche alla età, avevano allestito, all’interno di una taverna attigua alla loro abitazione, un vero e proprio covo dello spaccio.
Le indagini dei Carabinieri sono partite da una serie di segnalazioni pervenute in via confidenziale e che riguardavano un continuo via vai nei pressi di una rispettabile abitazione del centro storico.
Via vai che inizialmente non aveva dato sospetto alla locale stazione Carabinieri per via dei vicini istituti scolastici superiori.

Scoperto un covo dello spaccio

Alle 17.00 è scattato il blitz dei Carabinieri di Asola che una volta all’interno dell’abitazione hanno trovato un vero e proprio mercatino dello stupefacente che, immesso sul “mercato”, avrebbe fruttato circa 6.000 Euro.

I sequestri ammontano in:

 cinque panetti da 100 grammi l’uno di “hashish” per un peso complessivo di circa 500 grammi;
 due panetti di “hashish”, da 50 grammi circa, per un peso complessivo di circa 100 grammi;
 un involucro di sostanza stupefacente del tipo “hashish” del peso netto di 30 grammi;
 due involucri di 4 e 1 grammi di sostanza stupefacente del tipo “hashish”;
 una bustina contente sostanza stupefacente del tipo “marijuana” del peso netto di 4 grammi;
 un bilancino di precisione ed un rotolo in cellophane, tipico materiale utilizzato per il confezionamento di sostanza stupefacente per la vendita a peso.

Grazie a un taccuino verranno scoperti anche tutti i clienti

Inoltre i due sono stati trovati in possesso di un taccuino dove sono annotati nomi e somme di denaro.

Adesso toccherà agli uomini dell’Arma, grazie al quel taccuino e ai telefoni cellulari sottoposti a sequestro, ricostruire la rete di acquirenti dei due giovani spacciatori.