Furti d’auto e degrado urbano: la missione di febbraio ha dato i suoi frutti

Security car2 e Security breathe: ecco i numeri delle due missioni speciali avvenute nel Mantovano.

Furti d’auto e degrado urbano: la missione di febbraio ha dato i suoi frutti
Mantova, 07 Marzo 2018 ore 17:16

Furti d’auto e degrado urbano: le due missioni speciali svolte dalle forze dell’ordine a febbraio.

Furti d’auto: “Safety Car 2”

Il Mantovano, nel corso mese di febbraio, è stato interessato da più servizi  “ad alto impatto”, disposti dal Ministero dell’Interno in tutta Italia. In particolare,  nella settimana dal 19 al 24 febbraio 2018,  ha avuto luogo il servizio denominato “Safety Car 2”, disposto dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza allo scopo di contrastare il fenomeno dei furti di auto e motoveicoli (per cui, nel 2017, sono state superate nel nostro Paese le 123.000 denunce). Tale operazione si è svolta con l’intervento di personale di questa Questura, della Polizia Stradale, della Polizia Ferroviaria, e della Polizia Locale di Mantova, nonchè di unità del Reparto Prevenzione Crimine di Reggio Emilia, che hanno utilizzato le moderne tecnologie per l’accertamento automatizzato delle targhe esaminate (cd. Sistema Mercurio). La Polizia Locale di Mantova ha concorso nell’attività, mediante l’impiego del dispositivo “Targa System”.

30 pattuglie impiegate

Sono stati attuati posti di controllo in svariati punti strategici della città capoluogo e della “Grande Mantova” (tra cui anche parcheggi di centri commerciali e di stazioni ferroviarie, oltre che in corrispondenza delle principali vie di accesso ed uscita dal capoluogo),  con impiego complessivo di circa 30 pattuglie, che hanno proceduto sia al fermo dei veicoli con identificazione degli occupanti, sia alla “lettura automatizzata” delle targhe, con l’ausilio delle citate apparecchiature speciali installate sugli autoveicoli di servizio. Nel corso dell’attività di controllo è stata fermata dal personale dell’RPC di Reggio Emilia un’autovettura che, dalla lettura della targa tramite apparecchiatura speciale, è risultata oggetto di  appropriazione indebita: per questo motivo il conducente, un italiano cinquantenne originario della provincia di Napoli, è stato denunciato alla competente AG. L’incisiva azione coordinata ha garantito – complessivamente – il conseguimento dei seguenti risultati:
-Persone identificate: nr. 71 – di cui 19 cittadini extracomunitari;
– Veicoli controllati tramite sistema automatizzato: 5930, di cui uno compendio di reato.

Security Breathe: lotta alla microcriminalità

Nella settimana dal 26 al 28 febbraio 2018, si è svolta un’ulteriore operazione ad alto impatto  –  con impiego di oltre 20 pattuglie -,  denominata “Security Breath”,   mirata questa volta al controllo delle zone a maggior rischio di degrado urbano e di illegalità diffusa. A tal proposito, i controlli, effettuati dalla Questura con la collaborazione  dell’RPC di Reggio Emilia si sono concentrati presso i Giardini Nuvolari,  Piazza Cavallotti e  la zona della stazione ferroviaria, aree urbane caratterizzate dalla presenza di soggetti dediti a microcriminalità, e spesso oggetto di intervento da parte delle Forze di Polizia. L’operazione ha garantito – complessivamente – il conseguimento dei seguenti risultati:
-Persone identificate: nr. 106 – di cui 10 cittadini extracomunitari;
-Persone con precedenti : 33;
-Veicoli controllati: 35.

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia