Cronaca

Frode da 66 milioni: coinvolta società mantovana

La complessa indagine è stata conclusa dai funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli di Mantova.

Frode da 66 milioni: coinvolta società mantovana
Cronaca Mantova, 18 Ottobre 2019 ore 15:14

Scoperta frode iva per 66 milioni di euro grazie ai funzionari mantovani.

Frode da 66 milioni di euro

I funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli (ADM) di Mantova hanno concluso un’articolata attività di accertamento tributario nei confronti di un soggetto che commercializzava all'ingrosso prodotti petroliferi. Le indagini hanno portato alla scoperta di una frode Iva di circa sessantasei milioni di euro. L’evasione consentiva di vendere in Italia gasolio a prezzi vantaggiosi distorcendo il mercato a discapito della libera concorrenza.

Società filtro con sede a Udine

Dopo i primi approfondimenti è emerso che, per realizzare la frode, era utilizzata una società filtro con sede a Udine, la quale acquistava il gasolio senza addebito IVA, da una società maltese parte attiva alla frode e lo rivendeva con IVA alla società di Mantova beneficiaria della frode.
La società filtro nel 2016 non ha versato l’IVA incassata all’Erario. Dagli accertamenti svolti si è dimostrata la consapevolezza della società mantovana nella partecipazione alla frode IVA, tramite acquisti soggettivamente inesistenti.
Le società coinvolte nella frode erano gestite, di fatto, dallo stesso soggetto. Si è potuto così stabilire che nel 2016 la società mantovana ha registrato fatture soggettivamente inesistenti per un importo complessivo di circa 298 milioni di euro, che ha portato a un’evasione IVA di circa 66 milioni di euro.

LEGGI ANCHE: Rubati attrezzi da lavoro in azienda agricola, ormai non si punta più all’oro

TORNA ALLA HOME