Cronaca
IN MANETTE

Fiera Millenaria sospesa: 4 malviventi fanno piazza pulita nei padiglioni, o almeno ci provano

Dopo un primo furto (riuscito) sono tornati sulla scena del crimine.

Fiera Millenaria sospesa: 4 malviventi fanno piazza pulita nei padiglioni, o almeno ci provano
Cronaca Sotto il Po, 06 Marzo 2020 ore 15:31

Brillante e fulminea attività dei Carabinieri della Stazione di Gonzaga nel pomeriggio del 5 marzo. 4 arrestati e refurtiva immediatamente recuperata e restituita al proprietario. Questo in sintesi il resoconto dell’attività repressiva posta in essere dai militari della Stazione di Gonzaga.

Quattro arresti

I quattro arrestati, due uomini e due donne (una parrebbe essere anche in stato di gravidanza), sono un 29enne residente a Correggio (RE), un 39enne residente a Mantova, una 22enne residente a San Giovanni del Dosso ed una 41enne residente a Suzzara , ma di fatto tutti domiciliati a Reggiolo (RE) e censurati per reati vari.
Un primo raid era stato compiuto dai quattro nel pomeriggio del 3 marzo 2020 quando, a bordo di una vettura Fiat Punto sono entrati liberamente nelle vie che separano i vari padiglioni (favoriti anche dal fatto che in questo periodo, anche per la questione COVID-19, di fatto il quartiere fieristico è totalmente chiuso al pubblico e quindi anche gli operai non sono presenti, riuscendo ad entrare in un padiglione ove è ubicata la pizzeria ed asportando diversi attrezzatura da cucina. L’allarme è stato dato nella giornata successiva quando dal controllo del sistema di videosorveglianza è stato possibile riscontrare che i quattro, coprendosi il volto dalle telecamere ma girando liberamente ed in tutta tranquillità una volta all’interno del padiglione (anch’esso videosorvegliato ma evidentemente senza che di questo ne avessero la consapevolezza) hanno fatto man bassa di quanto hanno potuto caricare sul mezzo.

Organizzati dei servizi di controllo

Avendo il dubbio che si sarebbero potuti ripresentare, nei giorni successivi sono stati organizzati dei servizi di controllo nelle adiacenze della zona fieristica ed infatti nel primo pomeriggio di ieri, 05 marzo 2020, i quattro soggetti si sono ripresentati e, dopo aver caricato sul mezzo una piastra doppia in vetroceramica, tre affettatrici, tre forni a microonde, un tritacarne, un granitore, una macchina per caffè professionale, cinque scatole di capsule di caffè e quindici scatole di prosecco per un valore di circa 15.000 euro, sono stati bloccati dai militari prontamente intervenuti.

Refurtiva restituita al proprietario

Tutta la refurtiva è stata recuperate e restituita al legittimo proprietario (un noto imprenditore di Gonzaga) e gli stessi sono stati tratti in arresto. Nella mattinata odierna gli arresti sono stati convalidati dal Giudice e in attesa dell’udienza dibattimentale prevista per il giorno 5 maggio, i due uomini dovranno soggiacere al regime degli arresti domiciliari, mentre le due donne all’obbligo di firma e dimora nel comune di Reggiolo.

TORNA ALLA HOME

Seguici sui nostri canali