Menu
Cerca
L'OPERAZIONE DELLA GDF

False autocertificazioni per percepire sussidi statali: sequestrati 25mila euro a una professionista di Mantova

Su 23 soggetti controllati 11 hanno percepito indebitamente fondi statali.

False autocertificazioni per percepire sussidi statali: sequestrati 25mila euro a una professionista di Mantova
Cronaca Mantova, 14 Aprile 2021 ore 10:36

Indebita percezione di finanziamenti garantiti dallo stato a sostegno dell’economia per l’emergenza Covid: disposto sequestro preventivo di 25mila euro.

25mila euro sequestrati

La Guardia di Finanza di Mantova, nell’ambito della costante attività di polizia economico- finanziaria tesa alla vigilanza ed alla tutela del bilancio dello Stato, delle Regioni e degli Enti pubblici, ha eseguito un sequestro preventivo, finalizzato alla successiva confisca, per un importo di 25.000 euro.
Si tratta di un provvedimento richiesto dalla Procura della Repubblica di Mantova al Giudice per le Indagini Preliminari del locale Tribunale che ha ritenuto di emetterlo a seguito di una attività d’indagine svolta da militari del Nucleo Polizia Economico Finanziaria nei confronti di una professionista, residente in provincia, esercente l’attività di revisore contabile.

False autocertificazioni per ottenere sostegni statali

Le indagini hanno consentito di appurare, in ipotesi accusatoria, che la professionista in questione, al fine di ottenere indebitamente una garanzia da parte del “Fondo di Garanzia per le P.M.I.” (prevista dal Decreto Legge n. 23/2020, c.d. “decreto liquidità”) e, quindi, un successivo finanziamento da parte di un istituto di credito, ha predisposto false autocertificazioni riferite anche ad una dichiarazione fiscale, mai presentata all’Agenzia delle Entrate, contenente dati reddituali fittizi. In particolare, dalle indagini svolte dalle fiamme gialle mantovane è emerso che l’attività svolta dalla professionista non era stata in alcun modo danneggiata dall’emergenza epidemiologica, in quanto i compensi percepiti nei primi nove mesi del 2020 erano in linea con quelli dell’anno 2019 e, addirittura, superiori a quelli del 2018.
Sulla base della falsa documentazione presentata, l’Istituto di Credito interessato ha erogato la somma di €. 25.000,00.

Denunciata per indebita percezione di erogazioni a danno dello stato

La professionista, pertanto, è stata denunciata alla Procura della Repubblica in relazione al reato di «indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato» (previsto dall’art. 316 ter c.p.). In data 02.04.2021, come detto, su richiesta della predetta Procura della Repubblica, il G.I.P. del Tribunale di Mantova ha disposto il sequestro preventivo, finalizzato alla successiva confisca, delle somme di denaro e/o dei beni di proprietà/nella disponibilità del professionista. In relazione a tale provvedimento, è stato eseguito il sequestro preventivo di disponibilità bancarie per complessivi €. 15.000 circa e di una porzione di unità immobile (pari ad 1/7) dalla stessa posseduta del valore di circa €. 10.000, beni che equivalgono al profitto del reato ipotizzato.

I controlli costanti della Guardia di Finanza

Il risultato ottenuto è il frutto di una costante e proficua interazione tra l’attività di tutela della spesa pubblica compiuta dalla Guardia di Finanza sul territorio della provincia – finalizzata a garantire che il previsto sostegno finanziario giunga alle attività economiche realmente in difficoltà – e l’attività della Procura della Repubblica in relazione alle richieste di sequestro da inoltrare al G.I.P..

In definitiva, la condivisa azione sinergica tra Procura della Repubblica e Guardia di Finanza ha consentito di recuperare – proprio in un periodo così critico per l’emergenza sanitaria in atto e per le conseguenti difficoltà economiche – risorse finanziarie che allo stato dell’ipotesi accusatoria risultano indebitamente ricevute da un soggetto economico che, oltre ad aver falsificato la documentazione necessaria per ottenere il finanziamento, non ha subito alcun danno dall’emergenza epidemiologica.

Su 23 soggetti controllati 11 hanno percepito indebitamente sussisti statali

Al momento, la Guardia di Finanza di Mantova ha controllato 23 soggetti che hanno complessivamente percepito finanziamenti garantiti dalla Stato per oltre 420.000 euro. Tra essi sono stati individuate 11 situazioni irregolari (per un valore che si ritiene indebitamente erogato di quasi 160.000 euro di finanziamenti), in conseguenza delle quali i responsabili sono stati segnalati per la revoca della garanzia pubblica e/o denunciati all’Autorità Giudiziaria.