Castiglione delle Stiviere

Evade dai domiciliari, insegue la compagna e la picchia lungo la strada

Arrestato un 40enne; la donna salvata da un carabiniere fuori servizio. Aggrediti anche alcuni passanti che erano intervenuti

Evade dai domiciliari, insegue la compagna e la picchia lungo la strada
Pubblicato:

Un 40enne agli arresti domiciliari evade per rincorrere la compagna e la picchia per strada: salvata da un carabiniere. Lui arrestato.

Evade dai domiciliari e picchia la compagna per strada

Al culmine di una delle tante liti domestiche, è uscito di casa e ha inseguito la propria compagna 39enne che si era appena allontanata. E, una volta raggiunta, l'ha malmenata per strada. Ora un 40enne è in carcere a Mantova: sia per l'aggressione alla sua compagna, sia perché per raggiungerla lungo la strada è evaso. Il 40enne violento infatti era in casa propria, dove convive con la 39enne, da luglio 2022 agli arresti domiciliari.

Il grave episodio si è verificato venerdì 24 maggio 2024 in via Pretorio, a Castiglione delle Stiviere.

Uno scorcio di via Pretorio, nel cuore di Castiglione delle Stiviere:

Salvata da un carabiniere fuori servizio

Erano circa le 15.30 quando è avvenuto il fatto. Come detto, il 40enne ha inseguito la sua compagna per strada: probabilmente quest'ultima si stava allontanando da casa al culmine di una delle numerose liti tra i due.

Una volta raggiunta, il 40enne l'ha strattonata e l'ha colpita più volte. Giusto in quel momento da via Pretorio stava passando un carabiniere fuori servizio che, resosi conto di ciò che stava accadendo, è intervenuto all'istante e ha messo al riparo la 39enne dal compagno violento.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Castiglione delle Stiviere
Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Castiglione delle Stiviere

Non solo: poco prima erano intervenuti alcuni passanti nel tentativo di fermare il 40enne; anche questi ultimi però sono stati aggrediti dal soggetto.

Arrestato e portato in carcere

A seguito dell'accaduto, sul posto sono arrivati i carabinieri colleghi del militare che era appena intervenuto e i sanitari del 118. La 39enne è stata portata all'ospedale di Castiglione per le medicazioni e gli accertamenti del caso: è stata poi dimessa con due giorni di prognosi.

Il 40enne invece è stato portato in caserma a Castiglione. Dopo tutte le verifiche e gli accertamenti del caso, considerato l'accaduto, è stato richiesto un aggravio della pena nei confronti del soggetto. Poiché il 40enne già era ai domiciliari da quasi due anni, il Tribunale di Mantova ha disposto la misura del carcere, per cui è stato nuovamente arrestato e portato nella casa circondariale di via Poma.

Uno scorcio del carcere di Mantova, in via Poma
Il carcere di Mantova in via Poma

Nel frattempo il Tribunale del Riesame di Brescia sta verificando l'accaduto e potrebbe prendere a sua volta ulteriori provvedimenti.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali