Eluana Englaro “priva di morte e orfana di vita”: papà Beppino ripercorre il dramma da Mentana

Lo speciale del giornalista è stato trasmesso il 6 febbraio, esattamente il giorno, (dieci anni dopo), in cui iniziò la sospensione dell'idratazione di Eluana.

Eluana Englaro “priva di morte e orfana di vita”: papà Beppino ripercorre il dramma da Mentana
Mantova, 07 Febbraio 2019 ore 12:13

Un angelo “priva di morte e orfana di vita”. I versi della ballata del Poeta Guido Ceronetti per il coraggio di Eluana Englaro hanno concluso il lungo reportage che è andato in onda nella serata di ieri, mercoledì 6 febbraio 2019, su La 7. Uno speciale, quello realizzato dal giornalista Enrico Mentana,  che è stato trasmesso nel decimo anniversario non della morte della lecchese, bensì il 6 febbraio 2009, giorno in cui iniziò la sospensione dell’idratazione di Eluana. A riportarlo è Giornaledilecco.it

Eluana Englaro, il papà ripercorre il dramma

Sono infatti trascorsi 10 anni da una vicenda  che ha segnato la conclusione di diciassette anni di calvario privato, ma anche il culmine di una strenua battaglia pubblica, divisa per una intera nazione.  “Il diritto a scegliere e decidere la sospensione di cura anche se ciò dovesse determinare la morte, un diritto che esiste dal 1992 ma per vederlo rispettare ho dovuto attendere 15 anni, 9 mesi e 56 giorni” ha chiosato papà Beppino Englaro. “E’ che forse la politica non era non è, pronta per affrontare temi veri, temi forti che interessano davvero alle persone” ha ipotizzato Englaro. Contraddicendo chi lo ha accusato di battersi per affermare il diritto all’eutanasia: “Il principio da me affermato è di vita e non di morte”.

QUI L’ARTICOLO INTEGRALE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia