Menu
Cerca
solidarietà

Donati a Asst 4 ionizzatori a plasma freddo dal Rotary Club Mantova-San Giorgio

Verranno posizionati nel Pronto Soccorso Covid e nei reparti di Pediatria e di Ostetricia e Ginecologia Covid.

Donati a Asst 4 ionizzatori a plasma freddo dal Rotary Club Mantova-San Giorgio
Cronaca Mantova, 08 Marzo 2021 ore 15:36

Un altro gesto di solidarietà da parte del Rotary Club Mantova-San Giorgio, sempre disponibile ad aiutare.

Il rotary club Mantova- San Giorgio dona 4 ionizzatori a plasma freddo

Gli strumenti all’avanguardia del valore complessivo di 2mila euro saranno posizionati in Pronto Soccorso Covid, Ostetricia e Pediatria Continua il sostegno del Rotary Club Mantova San Giorgio all’ospedale di Mantova. Il service dona 4 ionizzatori di ultima generazione del valore complessivo di 2mila euro: verranno posizionati nel Pronto Soccorso Covid e nei reparti di Pediatria e di Ostetricia e Ginecologia Covid.
Gli apparecchi utilizzano una moderna tecnologia, chiamata Non Thermal Plasma, che si basa sul fenomeno della ionizzazione, capace di abbattere cariche virali pari al 99,99% dopo solo trenta minuti di esposizione.

Come funziona e a cosa serve

L’obiettivo è mantenere decontaminati gli ambienti in modo continuativo e prolungato. L’aria viene infatti sanitizzata sia da contaminazione microbiche – virus, batteri, muffe – sia da contaminati chimici.
Il plasma è un gas ionizzato che viene attivato da un piccolo campo elettrico ed è in grado di produrre specie reattive ossidanti in grado di agire su varie tipologie di inquinanti.

L’efficacia è dimostrata anche da recenti studi condotti dall’equipe di Andrea Crisanti, professore dell’Università di Padova.

“L’aspetto più interessante – commenta Leo Traldi, direttore dell’Ufficio Tecnico di ASST Mantova – è la velocità con cui l’aria viene sanificata da questo dispositivo. I tempi infatti sono misurabili in minuti anziché in ore. Negli ambienti più critici abbiamo già impianti idonei al trattamento, ma questi strumenti ci aiutano anche in tutti gli spazi, magari meno critici, ma in cui ci sono pazienti in attesa.”

Loredana Bocchini, presidente del club, e Marisa Baruffaldi, segretario, si dicono molto soddisfatte di aver potuto seguire tutto l’iter operativo e, a nome di tutti i soci, si augurano di essere di aiuto a tutti i sanitari che stanno ancora combattendo quotidianamente contro la pandemia.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli