Controllo straordinario del territorio a Mantova e Provincia

Eseguiti 370 controlli: 2 persone arrestate e 13 denunciate.

Controllo straordinario del territorio a Mantova e Provincia
Mantova, 28 Giugno 2018 ore 09:45

Controllo straordinario del territorio a Mantova e Provincia: controllate 370 persone, 2 arresti e 13 denunce.

Controllo straordinario del territorio

I Carabinieri del Comando Provinciale di Mantova, nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio mantovano, svolto nella giornata del 27 Giugno 2018 e finalizzato al contrasto dei reati predatori e a intercettare persone di interesse operativo, hanno arrestato 2 persone, hanno denunciato a piede libero 13 persone, hanno controllato 370 persone e 250 mezzi. Elevate 24 contravvenzioni al Codice della Strada, ritirate 4 patenti di guida e decurtato 125 punti.

Verifiche anche in esercizi pubblici

Nella circostanza sono stati altresì controllati in tutta la provincia mantovana 35 esercizi pubblici e segnalato all’Autorità Amministrativa 1 persona quale assuntore di sostanze stupefacenti per uso personale.

Alcune denunce

A Bozzolo, i militari della locale Stazione Carabinieri, hanno denunciato per i reati di “ricettazione ed indebito utilizzo di carte di credito”, una 26enne italiana residente nel Reggiano. La donna, senza esserne titolare, ha indebitamente utilizzato una tessera bancomat risultata essere oggetto di furto.

A Castellucchio, i militari della locale Stazione Carabinieri, hanno denunciato per il reato di “reiterazione nella guida senza patente”, un 42enne africano residente nel mantovano. L’uomo, è stato sorpreso alla guida dell’autovettura da lui in uso senza mai aver conseguito la patente. Il veicolo è stato sottoposto a sequestro amministrativo ai fini della confisca.

A Cavriana, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile del Comando Compagnia di Castiglione delle Stiviere, al termine di un’attività d’indagine, hanno denunciato per i reati di “fuga e omissione di soccorso”, un 20enne moldavo residente nel luogo. Il giovane, a bordo dell’autovettura da lui in uso e dopo aver causato un investimento pedonale, si è dato alla precipitosa fuga senza prestare soccorso al ferito che ha riportato lievi lesioni.

A Quistello, i militari della locale Stazione Carabinieri, hanno arrestato per il reato di “ingresso non autorizzato nel territorio dello Stato dello straniero espulso”, un 21enne albanese. Dopo aver ottemperato al decreto di espulsione emesso a suo carico dal Prefetto di Modena in data 07 Marzo 2017, senza alcuna autorizzazione delle competenti Autorità, Il giovane ha fatto ritorno nel territorio nazionale dove è stato rintracciato presso l’abitazione della sorella. L’arrestato è stato tradotto presso le Camere di Sicurezza del comando operante in attesa del rito direttissimo.

A Marcaria, i militari della locale Stazione Carabinieri, hanno denunciato per il reato di “truffa in concorso” un italiano ed una rumena entrambi 32enni. I due, dopo aver posto in vendita a prezzo vantaggioso su un noto sito internet due bancali di pellets e dopo aver ricevuto l’accredito della somma pattuita su carta prepagata dall’acquirente, hanno omesso di inviargli la merce.

A Castel Goffredo, i militari della locale Stazione Carabinieri, unitamente a quelli della Stazione di Guidizzolo, al personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Mantova ed alla Polizia Locale di Castel Goffredo, nel contesto dell’attività di prevenzione e repressione del fenomeno dello sfruttamento della manodopera clandestina e del caporalato, della “Task-Force” costituita dalla Prefettura di Mantova, hanno arrestato per il reato di “caporalato”, un 29enne bengalese, titolare di un’azienda agricola del luogo. Gli operanti, nel corso del controllo, hanno identificato 4 persone, regolarmente assunte, ma risultate essere pesantemente sottopagate rispetto alla legittima retribuzione oraria prevista dallo specifico contratto nazionale. I Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro, hanno provveduto alla sospensione dell’attività imprenditoriale ed hanno adottato sanzioni amministrative per un totale di 17.000 euro. L’arrestato, al termine delle formalità, è stato trattenuto presso la camera di sicurezza della locale Stazione Carabinieri in attesa del rito direttissimo come disposto dall’Autorità Giudiziaria. Nel corso del medesimo servizio, tutti i componenti della “Task-Force”, hanno controllato un laboratorio tessile nel “settore della calza”, all’interno del quale sono stati trovati 7 lavoratori, di cui 3 in nero, e nel quale sono state riscontrate svariate violazioni amministrative in materia edilizia.

A Viadana, i militari della locale Stazione Carabinieri, hanno denunciato per il reato di “guida in stato di ebbrezza” un 38enne indiano, residente nel luogo. L’uomo, controllato alla guida dell’autoveicolo da lui in uso, è risultato positivo al test alcolemico con un tasso pari a 0,87 gr/l. Gli operanti, nel corso del medesimo servizio, hanno inoltre denunciato per “guida sotto gli effetti di stupefacenti”, un 53enne italiano del luogo. Controllato alla guida dell’autovettura da lui in uso, si è rifiutato di sottoporsi agli accertamenti sanitari per la verifica dello stato di ebbrezza e dell’uso di sostanze stupefacenti. Ad entrambi i conducenti, sono stati ritirati i documenti di guida.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia