Controlli antiterrorismo e misure di prevenzione nei confronti di pregiudicati

Disposti dalla Questura nella settimana di Natale a Mantova e provincia.

Controlli antiterrorismo e misure di prevenzione nei confronti di pregiudicati
Cronaca Mantova, 29 Dicembre 2018 ore 15:05

Controlli antiterrorismo e misure di prevenzione nei confronti di pregiudicati disposti dalla Questura a Mantova e provincia.

Controlli antiterrorismo e misure di prevenzione nei confronti di pregiudicati

Nella settimana di Natale sono proseguite le operazioni di controllo straordinario del territorio - disposte in tutta la Provincia dal Questore di Mantova, in adesione alle direttive del Dipartimento della Pubblica Sicurezza - al fine di prevenire eventuali azioni terroristiche e turbative all’ordine e sicurezza pubblica, oltre che i reati di spaccio di sostanze stupefacenti ed i reati contro il patrimonio, nonchè il fenomeno della prostituzione.

I controlli si sono concentrati nei luoghi dello shopping natalizio (es. Villaggio Thun di piazza Virgiliana), nelle zone considerate “a rischio” della città capoluogo e Provincia, e nelle sale giochi, V.L.T. e “Internet Point”, al fine di prevenire e reprimere il fenomeno del gioco illegale, e monitorare i centri di aggregazione di soggetti potenzialmente contigui all’estremismo, pericolosi per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Rivendite di manufatti pirotecnici

Mirate misure di prevenzione e contrasto degli illeciti in materia di produzione e commercio di manufatti pirotecnici sono state disposte con ordinanza dal Questore, con controlli estesi negli esercizi di rivendita e ambulanti in tutta la Provincia. I controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni.

Trasporto pubblico

Queste attività – che hanno visto l’impiego giornaliero di oltre 30 uomini appartenenti alla Polizia di Stato, alla Guardia di Finanza ed alla Polizia Locale - sono state estese anche ai terminal del trasporto pubblico (autocorriere), oltre che alle stazioni ferroviarie, con controlli della Polfer a tutela della tranquillità dei viaggiatori, ed alla viabilità ordinaria, con intensi servizi di pattugliamento a cura della Polstrada.

I numeri dell’operazione

L’attività della settimana Natalizia ha consentito di identificare 86 persone, di cui 15 con precedenti penali e di Polizia, e di controllare 12 esercizi pubblici.

A seguito dei predetti controlli, il Questore di Mantova ha emesso 5 Avvisi Orali e 3 Fogli di Via Obbligatori a carico di altrettante persone gravate da precedenti penali e di polizia.

Per 2 cittadini extracomunitari è invece scattato il diniego del permesso di soggiorno, per mancanza dei requisiti di legge (quale l’esistenza di precedenti penali e di Polizia).

Feste e discoteche

In occasione di eventi organizzati presso locali pubblici – specie quelli che hanno richiamato, in questi giorni di Festa, un gran numero di partecipanti, per lo più minorenni – sono stati predisposti specifici servizi, sia all’interno che all’esterno delle discoteche, per evitare l’insorgere di turbative per l’ordine e la sicurezza pubblica e garantire un divertimento “senza rischi” ai ragazzi. In particolare, la festa studentesca organizzata in un locale pubblico di Mantova nella serata del 27 dicembre 2018 ha visto l’impiego di personale della Polizia di Stato per la verifica dell’applicazione della normativa in materia di somministrazione di bevande alcoliche, nonchè della Polizia Locale di Mantova che ha effettuato controlli all’uscita della discoteca con l’ausilio dell’etilometro.

Porto abusivo d’arma

In collaborazione con i Carabinieri di Brescia - che hanno segnalato la presenza di un 42enne di Castiglione delle Stiviere all’interno di una sala giochi di quella Provincia con una pistola semiautomatica al seguito - il Questore di Mantova ha proceduto alla revoca della licenza di Porto d’armi, a lui rilasciata per il tiro a volo, con conseguente ritiro delle tre pistole di sua proprietà. Il Porto d’armi uso tiro a volo autorizza, infatti, il titolare della licenza a portare l’arma al di fuori del luogo dove ha dichiarato la detenzione esclusivamente per l’attività sportiva, nel tragitto dalla residenza al poligono di tiro e ritorno, rispettando particolari prescrizioni quali trasportare l’arma custodita all’interno di apposita valigetta (e non sulla persona), ovviamente scarica. L’uomo, che non si è attenuto alle prescrizioni, è stato anche denunciato dai Carabinieri per il reato di porto abusivo di arma, nonché segnalato alla Prefettura di Mantova per l’adozione del provvedimento di Divieto detenzione armi.

LEGGI ANCHE: Controlli intensificati a Mantova: 4 persone denunciate e 2 cittadini extracomunitari espulsi

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE