arrestata

Grazie alla “finestra sul cortile” 47enne mantovana colta in flagrante mentre tenta il furto in una scuola

Il complice è riuscito a fuggire, la Polizia è ora all'opera per trovarlo.

Grazie alla “finestra sul cortile” 47enne mantovana colta in flagrante  mentre tenta il furto in una scuola
Mantova, 17 Aprile 2020 ore 14:24

Nel pomeriggio di ieri, 16 aprile 2020, gli Agenti della Volante sono stati inviati dalla Centrale Operativa della Questura all’Asilo “Soncini” di Mantova, dove era stato segnalato da un cittadino residente nella zona un furto che si stava consumando all’interno della scuola.

La segnalazione di un residente

La persona che stava chiamando la Centrale Operativa della Questura, infatti, stava assistendo in diretta, da una finestra con i vetri a specchio, senza farsi notare, i movimenti sospetti di un uomo ed una donna, i quali erano giunti in bicicletta presso l’asilo di fronte a casa sua. Dopo averli visti confabulare tra di loro con un atteggiamento alquanto sospetto ha notato che l’uomo, dopo aver divelto la rete di recinzione dell’Asilo ed infranto una finestra, si è introdotto furtivamente all’interno dell’edificio. La donna, nel frattempo, si era posizionata nelle vicinanze della finestra allo scopo di segnalare al complice, con forti colpi di tosse, l’eventuale passaggio di persone che avrebbero potuto disturbare la loro azione criminale.

L’intervento della Volante mantovana

Gli Agenti della Volante, intervenuti in pochissimi minuti dalla segnalazione, sono riusciti immediatamente a bloccare la donna; nel contempo, un altro equipaggio, sempre delle Volanti, giunto sul posto faceva ingresso nell’asilo per ispezionare l’interno dell’edificio.

Qui in un locale del seminterrato, è stato possibile accertare gli evidenti segni del furto che si stava compiendo: la stanza, infatti, era completamente a soqquadro, ed alcuni oggetti erano stati danneggiati. L’uomo, però, è riuscito a fuggire, dopo aver abbandonato l’edificio dell’Asilo, non appena si è accorto dell’arrivo della Polizia.

L’arrestata è una mantovana pregiudicata

La donna, sprovvista di documenti di identità, è stata fermata e accompagnata negli Uffici della Questura, dove è stata sottoposta ai rilievi foto- segnaletici da parte del Gabinetto Provinciale della Polizia Scientifica. L’esito di questi accertamenti ha consentito di appurare l’identità di costei: S.M., di 47 anni, mantovana, pregiudicata per produzione e spaccio di sostanze stupefacenti e ricettazione.

Per quanto accaduto, S.M. è stata arrestata in flagranza per il reato di tentato furto in concorso, nonché sanzionata in base alle vigenti norme governative relative al contrasto della pandemia dovuta dalla diffusione del virus COVID-19.

Costei, alle domande degli Agenti circa la provenienza delle due biciclette con le quali lei e il suo complice erano giunti sul luogo del furto, ha negato categoricamente che fossero di sua proprietà, e di non averle mai utilizzate né mai viste; gli Agenti, però, a seguito della ispezione, avevano rinvenuto la tessera sanitaria di S.M. all’interno del cestino di una di esse, a riprova del fatto che la bicicletta era stata da lei utilizzata, come peraltro, confermato dal cittadino che aveva assistito al furto e avvisato la Polizia.

In corso operazioni per identificare il complice

Sono in corso da parte degli investigatori della Polizia di Stato ulteriori indagini finalizzate ad identificare il complice della donna. Nella mattinata di oggi si è svolta l’Udienza per Direttissima nella quale l’Autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto e disposto nei confronti della donna l’obbligo di dimora.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE!

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Mantova e Provincia Eventi & News

E segui la nostra pagina Facebook Prima Mantova (clicca “Mi piace” o “Segui” e imposta le notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia)

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia