norme anti Covid

Chiacchieravano e fumavano senza mascherina e distanze di sicurezza: uno di loro veniva anche da un’altra regione

Scoperti dai Carabinieri sono stati tutti sanzionati.

Chiacchieravano e fumavano senza mascherina e distanze di sicurezza: uno di loro veniva anche da un’altra regione
Sotto il Po, 29 Maggio 2020 ore 10:15

Continuano i controlli dei Carabinieri della Compagnia di Viadana relativi alle regole imposte sui divieti di movimento tra regioni diverse al fine di contenere il contagio del coronavirus, che, in base alle norme, prevedono sanzioni amministrative per i trasgressori. Infatti ci sono ancora alcune persone che girano e si spostano tra regioni diverse senza un giustificato motivo, e senza una ragione di necessità, in violazione delle norme in vigore; i militari delle Stazioni dipendenti dalla Compagnia hanno intensificato i controlli nelle zone di confine ed hanno contestato alcune violazioni negli ultimi giorni.

Denunciato quattro giovani

In particolare quattro giovani, due ragazzi e due ragazze, sono stati sorpresi sull’argine di Pomponesco dai militari della Stazione di Viadana, mentre erano intenti a chiacchierare su una panchina a bere birra e fumare stupefacente, senza mantenere né le distanze previste né senza indossare la prevista mascherina o protezione.
Il forte odore presente di stupefacente ha infatti indicato ai militari che presumibilmente i ragazzi si erano immediatamente sbarazzati degli spinelli alla vista dei Carabinieri; i giovani messi alle strette hanno confessato ciò che era evidente, e uno di loro ha consegnato spontaneamente altro stupefacente occultato nei propri pantaloni; la sostanza, circa 5 grammi di cannabis divisa in tre dosi, era custodita all’interno di un sacchetto, ed è stata posta immediatamente sotto sequestro dai militari, ravvisando la violazione dell’art.75 D.P.R. 309/1990.

Uno di loro veniva da un’altra regione

Cosi, al termine degli accertamenti esperiti nella Stazione di Viadana, tutti quattro i giovani sono stati sanzionati per l’inosservanza ai divieti imposti dai recenti decreti (assembramento senza mantenere le distanze di sicurezza e senza utilizzare la mascherina), mentre uno in particolare anche per essersi spostato tra regioni senza giustificato motivo (è residente a Brescello, in Emilia Romagna). Il possessore dello stupefacente è stato invece anche segnalato alla Prefettura di Mantova per detenzione di sostanza stupefacente ad uso personale.

Continua l’impegno dei Carabinieri di vigilare sul rispetto delle regole

L’attenzione del Comando Compagnia Carabinieri di Viadana rimane quindi alta e costante sull’intero territorio di competenza anche in questo particolare periodo, al fine di garantire la massima vicinanza al cittadino, procedendo a rigorosi controlli al fine di assicurare che tutti rispettino scrupolosamente le prescrizioni imposte normativamente.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia