Centro Antiviolenza Telefono Rosa: partono i lavori per la nuova sede

Lunedì 5 novembre nascerà il nuovo centro nel quartiere di Borgo Pompilio.

Centro Antiviolenza Telefono Rosa: partono i lavori per la nuova sede
Mantova, 03 Novembre 2018 ore 09:28

Centro Antiviolenza Telefono Rosa: lunedì 5 novembre partono i lavori per la nuova sede in via Indipendenza, nel quartiere di Borgo Pompilio.

Centro Antiviolenza Telefono Rosa: al via i lavori

Grazie al bando regionale vinto dal Comune di Mantova, lunedì 5 novembre partiranno i lavori per la nuova sede del centro Antiviolenza di Telefono Rosa, che nascerà presso dell’edificio di edilizia sociale di via Indipendenza 2, nel quartiere di Borgo Pompilio.

Il contributo di Regione Lombardia

L’intervento è reso possibile grazie al contributo da parte di Regione Lombardia di ben 112.500 euro, ovvero il 90 per cento dell’intera operazione viene da Ats Val Padana, su un investimento complessivo di 125mila euro. Il Comune di Mantova, quindi, cofinanzia l’opera con i restanti 12.500 euro. La nuova sede sorgerà al primo piano dell’edificio di edilizia sociale di via Indipendenza 2, struttura che già oggi ospita al piano terra il Club delle Tre Età, che verrà ristrutturato e modellato in base alle esigenze dell’associazione. Il centro Antiviolenza di Telefono Rosa attualmente si trova situato in via Tassoni, in locali ritenuti carenti e non più idonei per l’offerta di servizi notevolmente aumentati in relazione alle domande di aiuto. Inoltre, l’attuale sede si trova in una zona centrale, in prossimità all’area a traffico limitato, lontana da parcheggi e quindi difficilmente accessibile.

La nuova sede

Il nuovo centro in via Indipendenza 2, quindi, oltre ad essere più accessibile avrà degli spazi più idonei per il tipo di servizi. I lavori consistono nella ristrutturazione interna degli ambienti con la demolizione e ricostruzione di tramezze per la formazione di: sale consulenze (psicologo, avvocato, assistente sociale), sala ascolto (servizio telefonico), uffici di segreteria, sala gioco per bimbi, biblioteca e sala riunioni. Inoltre, sono previsti la ristrutturazione dei servizi igienici, il rifacimento delle finiture interne (pavimenti, serramenti) e degli impianti tecnologici (riscaldamento, impianto elettrico, linea dati), l’installazione del servoscala per l’abbattimento di barriere architettoniche e la fornitura degli arredi interni. Il progetto è stato realizzato dall’ufficio tecnico del settore Lavori pubblici del Comune di Mantova.

Fine lavori a maggio

Gli interventi saranno conclusi nei primi giorni del prossimo maggio. Soddisfazione è stata espressa dagli assessori comunali Nicola Martinelli e Chiara Sortino.

“Sono particolarmente contento di dare avvio a questi lavori – ha detto l’assessore ai Lavori pubblici Martinelli – non solo perché recuperiamo una porzione di immobile comunale in disuso per carenze manutentive da molti anni, ma anche perché la progettazione è stata partecipata e condivisa con l’associazione Telefono Rosa, modificando gli spazi in funzione delle effettive necessità”.

“Siamo felici di poter dare al centro Antiviolenza Telefono Rosa una sede nuova – ha aggiunto l’assessore alle Pari opportunità Sortino –. L’azione a tutela delle donne vittime di violenza si realizza anche attraverso una sede più consona e appropriata, dotata degli spazi necessari, specialmente nella delicata gestione dei colloqui riservati”.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

 

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Mantova e provincia Eventi&News

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale GiornalediMantova.it: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia