Atti sessuali con minori nella palestra di Karate: due mantovani arrivano al processo Bis

La vittima più piccola aveva solo 12 anni.

Atti sessuali con minori nella palestra di Karate: due mantovani arrivano al processo Bis
Cronaca Alto Mantovano, 23 Luglio 2019 ore 17:23

Hanno 44 e 50 anni, abitano rispettivamente ad Acquanegra sul Chiese e a Castiglione delle Stiviere. I loro nomi sono Sandro Perini e Darix Argentini e sono entrambi accusati di aver partecipato alle violenze sessuali subite da giovani minorenni nella palestra di Karate di Carmelo Cipriano. Quest’ultimo è già stato definitivamente condannato a  nove anni e due mesi di reclusione per le violenze inferte nella sua palestra di Lonato del Garda. Cipriano è stato arrestato per violenza sessuale di gruppo, prostituzione minorile e atti sessuali con minori.

Le accuse ai due mantovani

I due uomini residenti in provincia di Mantova sono accusati di aver partecipato alle pratiche sessuali di Cipriano, inferte a ragazze minorenni. Inizialmente per loro era stata chiesta l’assoluzione ma, a seguito della scoperta di una serie di prove incriminanti, il giudice ha chiesto al pubblico ministero di riformulare l’accusa ricordando che se la vittima è minore di 16 anni, anche se questa dà il proprio consenso, l’accusato rimane ugualmente colpevole.
Al momento degli atti sessuali, una delle vittime aveva solo 12 anni.

A ottobre l’udienza preliminare per il processo bis

Il giudice ha fissato per il prossimo 30 ottobre 2019 l’udienza preliminare del processo-bis per le violenze sessuali inferte alle giovani minorenni. I due mantovani risponderanno davanti al giudice delle accuse di atti sessuali con minori mosse nei loro confronti dal pubblico ministero. Quest’ultimo ha abbandonato l’accusa di violenza sessuale di gruppo.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità