SANITA'

Aree ad alto, medio e basso rischio Covid negli ospedali: ASST riorganizza i reparti

Anche all’ospedale di Pieve un punto dedicato ai pazienti Covid dal 15 aprile

Aree ad alto, medio e basso rischio Covid negli ospedali: ASST riorganizza i reparti
Mantova, 09 Aprile 2020 ore 15:33

Aree ad alto, medio e basso rischio: al lavoro per definire un piano di riorganizzazione dei reparti, previste zone filtro per smistare i pazienti. A Pieve punto prelievi dedicato.

Aree ad alto, medio e basso rischio Covid negli ospedali

È questo il prossimo obiettivo organizzativo al quale le ASST lombarde stanno puntando, nell’ottica di una graduale riapertura dell’attività che sarà condivisa con l’Unità di crisi regionale. Nei prossimi giorni saranno avviati tavoli di confronto con la direzione sanitaria e le direzioni di presidio dell’ASST di Mantova per pianificare i lavori.
In particolare, sarà necessario prevedere la realizzazione di zone per l’accoglienza di pazienti a bassa probabilità di coronavirus, da considerare come aree filtro, aree cosiddette ‘grigie’, per il successivo smistamento dei pazienti nei reparti Covid o nelle linee pulite. Con riferimento ai presidi di protezione individuale, su indicazione di Regione Lombardia sarà inoltre elaborato un documento per riclassificare i reparti Covid secondo tre scenari espositivi caratterizzati da procedure che generano aerosol o droplet: reparti ad alta, media e bassa intensità di cura.

Punto prelievi Covid e tamponi a Pieve Coriano

Come per Mantova, sarà attivato anche all’ospedale di Pieve un punto un punto prelievi dedicato ai pazienti Covid in isolamento domiciliare fiduciario. Il servizio si svolgerà nel prefabbricato antistante il presidio, solo il mercoledì mattina, a partire dal 15 aprile.
Gli esami verranno richiesti dal medico di medicina generale utilizzando la mail segreteria.laboratorio.pieve@asst-mantova.it, nella quale devono essere indicati anche il numero di NRE, il codice fiscale e il recapito telefonico del paziente. In seguito il laboratorio comunicherà l’appuntamento all’interessato.
Le modalità sono le stesse applicate per il presidio di Mantova. I referti degli esami ematici saranno sempre resi disponibili nel fascicolo sanitario elettronico, ma in caso di necessità potranno essere ritirati direttamente al prefabbricato, o inviati per posta al domicilio. L’eventuale pagamento del ticket, in attesa di una modalità definitiva, potrà essere effettuato a posteriori.
I tamponi ai pazienti esterni saranno effettuati nel prefabbricato del parcheggio antistante l’ospedale dal lunedì al sabato, al mattino, su appuntamento comunicato dal Laboratorio di Pieve, sulla base di un elenco fornito dal Centro Servizi. L’attività è attiva dal 4 aprile.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia