Roncoferraro

Anziano 80enne “si stufa” del venditore e gli punta un revolver addosso per cacciarlo

Denunciato e arma ritirata.

Anziano 80enne “si stufa” del venditore e gli punta un revolver addosso per cacciarlo
Mantova, 06 Settembre 2020 ore 11:44

Nella primo pomeriggio di ieri gli Agenti della Squadra Volante sono dovuti intervenire nel Comune di Roncoferraro a seguito di una richiesta di aiuto pervenuta alla Centrale Operativa della Questura da parte di un agente di commercio che riferiva di essere stato minacciato con una pistola da parte di un anziano signore.

Minacciato con una pistola da un anziano 80enne

Giunti immediatamente sul luogo dell’intervento, gli Agenti della “Volante” sono stati avvicinati da un rappresentante di una Azienda che fornisce servizi connessi alle forniture di gas, che ha denunciato allarmato ai Poliziotti che poco prima, nel corso della propria attività di vendita di sistemi di sicurezza per caldaie e fornelli a gas, era stato minacciato con una pistola dal proprietario dell’abitazione al quale si era rivolto per proporre i propri servizi.

Revolver puntato contro

Il venditore, nell’occasione, riferiva nel dettaglio che, dopo aver illustrato le caratteristiche del prodotto ed aver visionato il locale caldaia per accertarsi delle caratteristiche tecniche veniva minacciato dal potenziale compratore – M.L., 80enne mantovano – il quale, a suo dire, gli aveva puntato contro un revolver e lo aveva minacciato in male parole di andarsene e non farsi più rivedere. Gli Agenti, sentito il racconto dell’agente di commercio, individuavano immediatamente l’anziano, il quale, sentito in proposito, confermava in parte la versione del rappresentante, dichiarando a tal proposito che, dopo continue pressioni da parte di quest’ultimo, ormai stanco di starlo ad ascoltare e nel desiderio di liberarsi della sua presenza, gli aveva intimato di andarsene con un “avvertimento”, reso più convincente dall’avergli mostrato la pistola che portava all’interno della tasca dei suoi pantaloni.

Denuncia

Gli Agenti delle Volanti, dopo aver accertato che l’anziano fosse regolarmente titolare di un Porto d’Armi per uso caccia in corso di validità, ed averlo invitato presso gli Uffici di Piazza Sordello per gli accertamenti e la redazione degli atti di Polizia Giudiziaria, procedevano nei suoi confronti con una denuncia alla Autorità Giudiziaria per minacce aggravate, disponendo nel contempo il Sequestro penale della pistola utilizzata per le minacce, ed il Sequestro Amministrativo di tutte le altre Armi in suo possesso: 13 fucili da caccia di vario calibro, 2 pistole e svariate munizioni. Il Questore della Provincia di Mantova Paolo SARTORI ha altresì disposto nei suoi confronti la Revoca immediata del Porto d’Armi.

Sul nuovo focolaio di legionella in Lombardia rassicurazioni dell’assessore al Welfare: “Tutto sotto controllo”

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia