sanzioni per 12.800 euro

Altro laboratorio tessile teatro di sfruttamento del lavoro, questa volta a Castel Goffredo VIDEO

Denunciato il titolare H.C. 43enne di nazionalità cinese e residente a Castel Goffredo.

Mantova, 10 Giugno 2020 ore 17:40

Castel Goffredo: intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, i Carabinieri denunciano il titolare.

I controlli dei Carabinieri mantovani

Nel mirino di un servizio preordinato dalla Compagnia Carabinieri di Castiglione delle Stiviere, finalizzato alla prevenzione e alla repressione del fenomeno dello sfruttamento della manodopera clandestina, è finito un laboratorio tessile “cinese” di Castel Goffredo dove i Carabinieri hanno trovato nove operai impegnati nell’attività di cucitura, stiratura e confezionamento di calze, di cui sei regolarmente assunti e tre lavoratori in nero.
Il blitz è scattato nel pomeriggio di martedì 9 giugno 2020 quando i Carabinieri delle Stazioni di Castel Goffredo, Canneto s/O, Magnacavallo, Poggiorusco e Marmirolo, in collaborazione con i colleghi del Nucleo Carabinieri dell’Ispettorato del Lavoro di Mantova e della Polizia Locale di Castel Goffredo, hanno fatto irruzione nel laboratorio. Gli operai, tutti ascoltati dai Carabinieri, hanno dichiarato di rispettare le turnazioni e i riposi previsti e di percepire una paga di 7,00 euro all’ora.

Denunciato il titolare

L’attività è risultata intestata a H.C., 43enne di nazionalità cinese e residente a Castel Goffredo, che è stato denunciato in stato di libertà in quanto ritenuto responsabile del reato di “intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro”. I militari hanno proceduto alla sospensione dell’attività elevando sanzioni amministrative per euro 12.800,00, oltre al recupero contributivo ancora in fase di quantificazione da parte del Nucleo Carabinieri dell’Ispettorato del Lavoro di Mantova.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia