Menu
Cerca

Aggredisce sordomuto ricoverato in oncologia: poi si scopre il passato fra i due

Inizialmente era parsa come un'aggressione a scopo di rapina: poi sono emerse le ragioni dell'aggressore.

Aggredisce sordomuto ricoverato in oncologia: poi si scopre il passato fra i due
Cronaca Mantova, 14 Gennaio 2019 ore 14:32

Aggredisce sordomuto ricoverato al Poma: inzialmente sembrava un’aggressione con furto, le indagini hanno svelato i pregressi.

Aggredisce sordomuto

La Squadra Mobile ha denunciato all’Autorità giudiziaria, S. M. 71enne di nazionalità ucraina, per esercizio arbitrario delle proprie ragioni mediante violenza o minaccia alle persone. L’uomo, infatti, si era presentato presso il reparto oncologia del Poma dove un conoscente al quale aveva prestato del denaro si trovava ricoverato. 

LEGGI ANCHE: Scossa di terremoto nella Bassa

Prestito mai restituito

Il degente però, non gli ha restituito il denaro pattuito. L’ucraino ha quindi tentato di impossessarsi del tablet della persona ricoverata, come cauzione di quanto dovuto.

Piazza Leon Battista Alberti: ecco come sarà

Il malinteso iniziale

La vicenda inizialmente si era presentata con contorni diversi al personale di polizia intervenuto, infatti il ricoverato era stato trovato a terra dagli operatori sanitari e, seppure sordomuto, aveva comunicato di essere stato aggredito da una persona sconosciuta che aveva tentato di rapinarlo. Solo le indagini della Squadra Mobile hanno consentito di accertare non solo l’identità del presunto aggressore, ma anche la pregressa conoscenza tra questi e il ricoverato nonché le questioni economiche intercorrenti tra loro. Tutti questi elementi hanno permesso di ricostruire la vicenda non come una rapina ma piuttosto come un esercizio arbitrario delle proprie ragioni.

LEGGI ANCHE: Magistratura conferma: le due oncologhe del Poma hanno subito vessazioni