Cronaca
Mantova

Accoltellamento ai Giardini Viola: arrestato l'aggressore

Il responsabile era fuggito di Mantova: beccato non appena rientrato in città

Accoltellamento ai Giardini Viola: arrestato l'aggressore
Cronaca Mantova, 19 Settembre 2022 ore 12:25

Nella mattinata di sabato 17 settembre i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Mantova hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di applicazione della misura cautelare della custodia in carcere, emessa dal giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Mantova, su richiesta della Procura, nei confronti di un 19enne tunisino senza fissa dimora, ritenuto gravemente indiziato del delitto di lesioni personali pluriaggravate in danno di un connazionale 25enne.

Faceva da paciere e viene preso a coltellate

I carabinieri in seguito al grave fatto di sangue verificatosi la notte del 29 agosto 2022 nei Giardini Viola, sul Lungorio di Mantova, avviavano serrate indagini con lo stretto coordinamento della Procura, dalle quali emergeva che nel corso di una lite tra due soggetti extracomunitari, l’arrestato, non coinvolto nella lite, avrebbe sferrato tre fendenti alla schiena di un connazionale che nel frattempo si prodigava per fare da paciere.

Allontanato da Mantova e arrestato al rientro

Dopo il ferimento, immediatamente il giovane si dava alla fuga, facendo perdere le proprie tracce e rendendosi irreperibile. Pertanto, in considerazione dei numerosi e concordanti indizi raccolti, che consentivano una chiara ricostruzione dei fatti, la Procura richiedeva l’emissione della misura cautelare della custodia in carcere.

La zona dove si era verificato l'episodio:

Il Giudice, ritenendo sussistenti i gravi indizi di colpevolezza a carico dell’indagato, concordando con la ricostruzione dei fatti prospettata dall’autorità inquirente, emetteva la chiesta misura che i carabinieri sono riusciti ad eseguire dopo alcuni giorni di intensa attività info-investigativa che ha consentito di rintracciare il giovane, appena rientrato a Mantova dopo aver trovato riparo altrove.

Attesa per l'interrogatorio di garanzia

L’indagato, una volta tratto in arresto, dopo le formalità di rito, è stato condotto presso il carcere di via Poma in attesa dell’interrogatorio di garanzia che si terrà innanzi al GIP entro cinque giorni.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter