A scuola di cuore corso per apprendere le manovre salvavita

Un'iniziativa importante e intelligente che potrebbe contribuire a salvare molte vite.

A scuola di cuore corso per apprendere le manovre salvavita
Mantova, 04 Aprile 2018 ore 17:48

A scuola di cuore: promuovere la salute attraverso le manovre salvavita per eccellenza - il massaggio cardiaco e la defibrillazione precoce - affinché diventino un bagaglio di conoscenza comune e diffusa.

A scuola di cuore

Promuovere la salute attraverso le manovre salvavita per eccellenza - il massaggio cardiaco e la defibrillazione precoce - affinché diventino un bagaglio di conoscenza comune e diffusa.anche e soprattutto tra gli operatori scolastici, è l’obiettivo messo a fattor comune da ATS della Val Padana, AREU, AAT 118/112 e ASST di Mantova nell’organizzazione dell’evento intitolato “A scuola di cuore”.

Un soccorso tempestivo potrebbe salvare molte vite

Ogni anno, in Italia – commenta Salvatore Mannino, Direttore Generale dell’ATS della Val Padanacirca 60.000 cittadini muoiono in conseguenza di un arresto cardiaco, a insorgenza spesso talmente improvvisa da non essere preceduto da alcun sintomo o segno premonitore. La letteratura scientifica ha dimostrato che un soccorso tempestivo e corretto in caso di arresto cardiaco fulmineo contribuisce a salvare fino al 30% delle persone colpite, riducendo sia il tasso di mortalità che di invalidità; ecco perché diffondere ed ampliare la conoscenza delle prime manovre di soccorso è per noi un obiettivo di salute.”  

Il caso della 14enne salvata

“Nel settembre 2015 – racconta Ugo Rizzi, Responsabile AAT 118/112 Mantova - presso il liceo scientifico Belfiore di Mantova, durante l’ora di educazione fisica, una ragazza di 14 anni, si accasciò a terra, vittima di un arresto cardiaco. L’insegnante iniziò subito la Rianimazione Cardipolmonare (RCP) usando anche un defibrillatore. Oggi quella ragazza vive la sua vita per merito di chi non ha improvvisato, ma che l’ha salvata grazie ad un’adeguata formazione. Questo è il futuro che vogliamo e questo è il messaggio che intendiamo trasmettere.”

Corso salvavita

Da questi presupposti - e dopo l’esperienza di “Mantova nel cuore” di maggio 2017 - l’ATS della Val Padana Servizio di Promozione della Salute e Sviluppo delle Reti ha deciso di promuovere l’evento “A scuola di cuore”, organizzato dall'AAT 118 di Mantova (AREU) con il supporto dell'ASST di Mantova e i CEFRA (Centri Formazione Riconosciuti Accreditati) della Lombardia. La figura chiave per l’organizzazione di questo evento sono gli Infermieri della AAT 118 Davide Vaglia, Mattia Taccon e l’autista soccorritore Andrea Spagnoli, con il supporto del Coordinatore Infermieristico Laura Basso e della Referente del Servizio Promozione della Salute e Sviluppo delle Reti dell’ATS - Area Territoriale di Mantova - Maria Letizia Marchetti.  “A scuola di cuore” è un corso che rientra nel programma "Costruire la Salute 2017/2018" per promuovere la conoscenza delle manovre salvavita per eccellenza (rianimazione cardiopolmonare di base e defibrillazione precoce); è rivolto agli operatori scolastici "docenti e non" delle scuole dell'infanzia, primarie e secondarie di I e II grado.  Alla fine del corso viene rilasciato un attestato regionale di abilitazione BLSD Laico (Basic Life Support and Defibrillation) valido su tutto il territorio nazionale. Tra il 5 e il 21 aprile p.v. si terranno, presso gli Istituti aderenti, le lezioni teoriche obbligatorie, tenute dagli istruttori appartenenti alle Associazioni di Soccorso di Mantova e provincia, AAT 118 e Gruppo Mantova Salus, propedeutiche per accedere all'addestramento pratico che si terrà presso l'Istituto Bonomi Mazzolari il giorno 21 aprile dalle ore 14.30 alle ore 18.30; ciò è reso possibile grazie alla disponibilità del Dirigente Scolastico Roberto Capuzzo che ha concesso l’utilizzo della struttura scolastica sia esterna che interna (in caso di maltempo il progetto formativo verrà concluso all’interno della scuola).

Gli istituti scolastici aderenti

I partecipanti saranno 252; gli istruttori saranno 42, tutti volontari appartenenti agli enti associativi di soccorso ANPAS, Croce Rossa Italiana, FAPS e FVS. Hanno aderito al progetto 18 Istituti scolastici della provincia di Mantova: Istituto Superiore Bonomi-Mazzolari, ITET Mantegna, IIS G. Falcone, Istituto Superiore Enrico Fermi, Liceo Classico e Linguistico Statale Virgilio, Liceo artistico Giulio Romano di Mantova e Guidizzolo, Istituto Comprensivo di Roverbella, Istituto Superiore C. d'Arco I. d'Este, Istituti Redentore Mantova, Istituto Tecnico Economico Pitentino, IIS San Giovanni Bosco, IISS G. Greggiati, IISS Galileo Galilei Ostiglia, Istituto Comprensivo di Marmirolo, ISS A. Manzoni,  Liceo Scientifico Belfiore e Istituto Comprensivo di Ceresara

L'evento è stato reso possibile grazie al contributo generoso del Rotary Club Mantova Castelli nella veste del Presidente Corinna Bernini e del Consigliere e Anestesista Rianimatore della AAT 118, Dr. Marco Calzoni, che già avevano sostenuto l'evento "Mantova nel Cuore 2017" che ha portato alla formazione di 560 studenti; un altro sostenitore è Fonte Tavina Spa di Salò che offrirà 650 bottigliette d'acqua.

Seguici sui nostri canali