A Mantova il circo con animali è vietato dal 2015… ma a Curtatone no

A Mantova gli spettacoli con animali sono vietati mentre Curtatone li accetta ancora.

A Mantova il circo con animali è vietato dal 2015… ma a Curtatone no
Mantova, 19 Dicembre 2019 ore 17:14

La notizia che dal 6 al 15 sarebbe approvato nel territorio mantovano lo spettacolo circense del Circo di Mosca, che ancora utilizza animali addestrati per lo spettacolo, aveva suscitato grande scalpore e polemica tra i cittadini.

La comunicazione di protesta

Nei giorni scorsi sono giunte alla nostra redazione numerose mail di lamentele rispetto alla scelta di accogliere il circo di Mosca, proteste derivanti dall’utilizzo di animali per allietare gli spettatori. In particolare Paola Re, Consigliera e delegata del Movimento Antispecista, ha espresso il proprio dissenso rappresentando i numerosi cittadini in disaccordo.

In particolare il Movimento Specista, rivolgendosi al sindaco Palazzi, ha voluto ricordare “gli interventi ministeriali e le proposte di legge giacenti in Parlamento che esprimono chiara contrarietà alla detenzione di animali nelle strutture circensi. Sebbene la maggior parte di essi non sia più strappata come un tempo alla propria terra d’origine, con la conseguente perdita di molte vite, il lungo e ripetitivo addestramento obbliga gli animali a compiere esercizi innaturali, contrari alle loro caratteristiche di specie, come documentato dagli studi etologici. In più occasioni, associazioni animaliste hanno documentato, con agghiaccianti filmati clandestini, le ripetute torture di addestratori senza scrupoli che fanno uso di frusta, piastre roventi, bastoni uncinati, catene su animali deliberatamente indeboliti da fame e sete, unici mezzi forse che permettono di costringere orsi a pedalare sulle biciclette, leoni a mantenere le fauci spalancate quando il “domatore” vi infila la testa, elefanti a restare in piedi su due zampe, e via enumerando.

“I bambini non vanno fatti divertire davanti alla sofferenza degli animali”

“Ci preme in ultimo sottolineare il ruolo che il circo svolge su un pubblico prevalentemente giovane e le inevitabili ripercussioni sotto il profilo pedagogico. A nostro avviso, i bambini non vanno fatti divertire davanti alla sofferenza di animali soggiogati alla volontà dell’essere umano, costretti loro malgrado a fare ciò che la loro natura non prevede: sarebbe solo una forma di dis-educazione, un insegnamento che porta a fare a meno della pietà e dell’empatia. Chiediamo pertanto la concessione di eventuali patrocini o coinvolgimenti di scolaresche solo nel caso di spettacoli circensi privi di animali.Ringraziando per l’attenzione, restiamo in attesa di una cortese risposta e diamo fin d’ora la nostra disponibilità a un eventuale colloquio di approfondimento sull’argomento”.

La risposta: a Mantova niente circo con animali

Dopo essere stata “accusata” di ospitare un circo che ancora lavora con animali nonostante l’espresso divieto più volte pronunciato dalla legislatura ma non ancora entrato tassativamente in vigore, l’amministrazione si difende specificando che a Mantova questo genere di spettacoli sono ormai vietati dal 2015, e che è piuttosto la città di Curtatone a dover rispondere di questa scelta.

“Facciamo presente a tal proposito che il Comune di Mantova ha adottato con Delibera di Consiglio Comunale n.10 del 12.01.2015 (succ. modific. DCC n.25 del 13.04.2015) un apposito Regolamento per la tutela del benessere degli animali, attraverso il quale si vieta su tutto il territorio, del Comune di Mantova, “[…] qualsiasi forma di spettacolo effettuato con o senza scopo di lucro che contempli, in maniera totale o parziale, l’utilizzo i animali, sia appartenenti a specie domestiche che selvatiche.” (art. 12 comma 1).

Segnaliamo inoltre che, avendo avuto luogo presso la Città di Curtatone – zona Centro Commerciale “Il Gigante – Quattroventi”, le autorizzazioni rilasciate non fanno a capo al Comune di Mantova, nel rispetto del Regolamento sopracitato.”

TORNA ALLA HOME

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia