40 confezioni di lamette da barba nascoste tra i vestiti

I militari dell’Arma hanno arrestato per il reato di furto aggravato un uomo trovato in possesso di 40 confezioni di lamette da barba. Altre due persone denunciate a Revere e a Sermide.

40 confezioni di lamette da barba nascoste tra i vestiti
Sotto il Po, 21 Febbraio 2018 ore 11:14

40 confezioni di lamette da barba nascoste tra i vestiti, questa la refurtiva rinvenuta addosso ad un uomo di 48anni. A Revere denunciato il titolare di un laboratorio tessile in condizioni igienico-sanitarie precari. Altra denuncia a Sermide ai danni di un uomo di 47 anni per porto abusivo di chiavi alterate.

40 confezioni di lamette nascoste tra i vestiti

A Gazoldo degli Ippoliti, una persona è stata arrestata per furto aggravato dai militari della locale stazione dei Carabinieri. L’uomo, un pregiudicato rumeno di 48 anni, è stato sorpreso con addosso 40 confezioni di lamette da barba sottratte ad un supermercato del centro cittadino. La refurtiva, del valore di 450 euro è stata sequestrata e restituita al proprietario. L’uomo immediatamente arrestato è in attesa del rito per direttissima.

Condizioni igienico-sanitarie precari

In Revere, i militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Gonzaga, unitamente a militari della Stazione Carabinieri di Revere ed al Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Mantova, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dello sfruttamento della manodopera clandestina, hanno denunciato per i reati di “illecito in materia di norme antincendio ed in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro”, un 47 enne cinese, titolare di un laboratorio tessile del luogo. A seguito del controllo effettuato dai militari all’interno dell’attività, sono state riscontrate condizioni igienico-sanitarie precarie, la violazione delle normative in materia della sicurezza nei luoghi di lavoro nonché trovato due lavoratori irregolari. L’attività è stata immediatamente chiusa.

Porto ingiustificato di chiavi alterate

In Sermide, i militari della locale Stazione Carabinieri, hanno denunciato per il reato di “porto ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli”, un 21 enne italiano residente in provincia di Verona. Controllato a bordo di un’autovettura nel centro cittadino, a seguito di una perquisizione veniva trovato in possesso di una trancia tagliaferro della lunghezza di 77 cm. L’oggetto è stato sequestrato dai militari e debitamente custodito.

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia