Attualità
Sì al decreto

Super Green pass dal 6 dicembre, almeno il tampone per salire su bus e metro

Restrizioni anche in zona bianca per i non vaccinati dal 6 dicembre al 15 gennaio.

Super Green pass dal 6 dicembre, almeno il tampone per salire su bus e metro
Attualità Mantova, 25 Novembre 2021 ore 15:55

Il decreto sul Super Green pass è realtà. Sarà valido da lunedì 6 dicembre 2021 e sino al 15 gennaio 2022. Nelle zone arancioni e rosse dovrebbe essere prorogato anche dopo le feste. Pesanti le restrizioni per i non vaccinati anche in zona bianca.

Il nuovo decreto spiegato per punti

🗓 Introdotto *dal 6/12* il green pass "rafforzato" o "super green pass"
💉 Si ottiene *solo con vaccinazione o guarigione*.
9️⃣ La *validità* del green pass "rafforzato" scende da 12 a *9 mesi*.
🎨 Dal 6/12/2021 al 15/1/2022 valgono le nuove regole transitorie per le zone colorate.
❗️Il green pass "base" sarà obbligatorio dal 6/12 anche per: alberghi, spogliatoi per l'attività sportiva, trasporto ferroviario
regionale e trasporto pubblico locale.
⚪️🟡 L'accesso a spettacoli, eventi sportivi, bar e ristoranti al chiuso, feste e discoteche, cerimonie pubbliche sarà consentito in *zona bianca e gialla* solo ai possessori di "green pass rafforzato".
🟠 Ulteriori limitazioni della *zona arancione* valide solo per chi non possiede il "green pass rafforzato".
🛗 *Vaccinazione obbligatoria* estesa a personale amministrativo sanità, docenti e personale amministrativo scuola, militari, forze di polizia, soccorso pubblico dal 15/12.
📣 Richiamo obbligatorio per professioni sanitarie dal 15/12.
🔎 Rafforzamento sistema dei *controlli*: entro 3 giorni dall'entrata in vigore del Decreto, i Prefetti sentono il Comitato provinciale ordine e sicurezza, entro 5 giorni adottano il nuovo piano di controlli coinvolgendo tutte le forze di polizia, relazionando periodicamente.
✔️ *Norme che non sono cambiate*: la mascherina resta non obbligatoria
all'aperto in zona bianca e obbligatoria all'aperto e al chiuso in zona gialla, arancione e rossa. Sempre obbligatorio in tutte le zone portarla con sé e indossarla in caso di potenziali assembramenti o affollamenti; restano invariate le tipologie e la durata dei tamponi.

Super Green pass: via dal 6 dicembre

Il decreto è stato approvato all'unanimità dal Consiglio dei ministri dopo i passaggi in Cabina di regia e con le Regioni. Erano attese restrizioni per i non vaccinati e le premesse sono state rispettate. Il Super Green pass sarà infatti ad appannaggio solo di  vaccinati e guariti. Il certificato "da tampone" varrà solo per andare a lavorare.

Chi non è in possesso del pass "rafforzato"   non potrà entrare in bar e ristoranti al chiuso, palestre, impianti sportivi, cinema, teatri, discoteche né partecipare a spettacoli, feste e cerimonie pubbliche.

Nel dettaglio cosa cambia

Vediamo nel dettaglio i cambiamenti.

Durata del Green pass rafforzato

Dal 6 dicembre parte il Super Green pass, ottenibile solo con vaccinazione o guarigione.
Sarà valido 9 mesi (e non più 12) dall’ultima inoculazione.
Servirà per accedere in zona bianca e gialla a spettacoli, eventi sportivi, bar e ristoranti al chiuso, feste e discoteche, cerimonie pubbliche.

Green pass  con tampone

Il Green pass con tampone servirà per andare a lavorare e per accedere ad alberghi, spogliatoi per l’attività sportiva, trasporto ferroviario regionale e trasporto pubblico locale (metropolitana, autobus, tram e sui treni regionali).
La durata dei tamponi molecolari rimane  di 72 ore, quella degli antigenici da  48.

Mascherine

Non passa l'obbligo. In zona bianca rimane facoltativa all'aperto. Rimane obbligatorio comunque  portarla con sé e indossarla in caso di  assembramenti o affollamenti. Obbligo anche all'aperto dal giallo al rosso.

I controlli

Entro tre  giorni dall’entrata in vigore del decreto, i orefetti sentono il Comitato provinciale ordine e sicurezza, entro 5 giorni adottano il nuovo piano di controlli coinvolgendo tutte le forze di polizia, relazionando periodicamente.

QUI IL TESTO COMPLETO DEL DECRETO 

 Obbligo vaccinale per alcune categorie

Era atteso anche il provvedimento sull'obbligo per alcune categorie. Dovranno per forza essere vaccinati  amministrativi del servizio sanitario nazionale, insegnanti e personale della scuola, forze dell'ordine e militari.
Per il personale sanitario è obbligatoria la terza dose.

Gli obblighi vaccinali scattano dal 15 dicembre 2021.