Attualità
lotta allo spaccio

Spacciatore ingoia la droga che nasconde nella mascherina e finisce in ospedale 

Il giovane alla vista degli Agenti ha mostrato un atteggiamento nervoso che li ha insospettiti, così hanno proceduto ad un controllo.

Spacciatore ingoia la droga che nasconde nella mascherina e finisce in ospedale 
Attualità Mantova, 05 Novembre 2021 ore 15:13

La Polizia di Mantova ha arrestato uno spacciatore in centro città che, dopo aver ingerito parte della droga, è stato portato al Pronto soccorso.

Vedono la Polizia e si agitano

Nel pomeriggio di mercoledì 3 novembre 2021 gli Agenti di Polizia impegnati nei normali servizi di controllo del territorio finalizzati alla prevenzione e alla repressione di reati nel Centro Cittadino, hanno indiduato alcuni giovani che, alla loro vista, hanno iniziato ad assumere un comportamento strano, ad agitarsi ed a muoversi con fare sospetto nelle pertinenze del “MAMU” in Largo di Porta Pradella.

I poliziotti, pertanto, hanno deciso di procedere all’immediato controllo dei soggetti, e uno di essi, sin da subito, ha iniziato ad avere un atteggiamento poco collaborativo ed insofferente nei confronti di coloro che lo stavano controllando, cercando di allontanarsi per eludere le verifiche.

Fermato e controllato un 23enne agitato

Dopo averlo fermato i poliziotti hanno effettuato tramite la Centrale Operativa della Questura, il consueto controllo del nominativo alla Banca Dati del Ministero dell’Interno, dal cui esito si poteva appurare che A.K. – 23enne originario del Gambia, attualmente in regola con il Permesso di Soggiorno – annoverava a suo carico una denuncia per inosservanza ai provvedimenti dell’Autorità.

A seguito di quanto rilevato, ed in considerazione anche dell’atteggiamento sempre più insofferente del soggetto, gli Agenti hanno quindi deciso di accompagnarlo negli Uffici di Piazza Sordello per sottoporlo ad una perquisizione per consentire ulteriori accertamenti.

Nel prosieguo delle attività di controllo effettuate negli Uffici della Questura sono stati rinvenuti, tra gli indumenti di A.K., una consistente quantità di sostanze stupefacenti di vario genere – che venivano fatte analizzare tramite “narcotest” dal Gabinetto Provinciale della Polizia Scientifica di Mantova – nonché un bilancino di precisione ed alcune centinaia di Euro in banconote, anch’esse nascoste con accuratezza negli indumenti, provento della attività di spaccio.

Ingoia la droga che nasconde nella mascherina e finisce in ospedale

Durante le fasi della perquisizione, inoltre, A.K. è riuscito con un movimento repentino a ingerire alcune dosi di sostanza stupefacente, già confezionate, che teneva nascoste nella mascherina chirurgica. Per evitare possibili gravi conseguenze per la salute stessa del 23enne, gli Agenti hanno provveduto ad accompagnarlo immediatamente presso il Pronto Soccorso dove è stato sottoposto agli accertamenti clinici del caso che non accertavano la presenza di considerevoli oggetti estranei ingeriti da costui.

Arrestato per possesso ai fini di spaccio di stupefacenti

Al termine delle Operazioni di Polizia A. K. veniva arrestato per possesso ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, mentre la droga, il bilancino di precisione ed il denaro contante venivano sequestrati e messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

L’Ufficio Immigrazione della Questura, su disposizione del Questore della Provincia di Mantova Paolo Sartori, ha avviato in via d’urgenza, a carico di A.K., le procedure finalizzate alla espulsione di costui dal nostro territorio nazionale, nonché al suo conseguente, immediato rimpatrio nel Paese di provenienza, non appena terminato l’iter giudiziario.