Attualità
Castelbelforte

Sospiro di sollievo: Italpizza acquisisce Mantua Surgelati

L'unica offerta arriva dal gruppo modenese: operazione da 60 milioni. Sollievo per i 500 lavoratori di Castelbelforte

Sospiro di sollievo: Italpizza acquisisce Mantua Surgelati
Attualità Mantova, 27 Ottobre 2022 ore 10:06

Unica offerta per l'acquisizione dell'azienda di Castelbelforte: la modenese Italpizza prende Mantua Surgelati. Sollievo per i lavoratori.

Unica offerta: aggiudicata Mantua Surgelati

Una sola offerta: con un'operazione da 60 milioni di euro, ad aggiudicarsi la proprietà dell'azienda di Castelbelforte Mantua Surgelati è la modenese Italpizza. L'aggiudicazione è avvenuta ieri, mercoledì 26 ottobre 2022, presso il Tribunale di Brescia.

Mantua Surgelati: la scheda

Mantua Surgelati S.p.A. venne fondata nel 1970 dal cavalier Romano Freddi, che divenne così il precursore della pizza surgelata.

Dispone oggi di cinque stabilimenti per 40mila metri quadrati complessivi, di cui una cella frigorifera per una capienza di 8/10.000 posti pallet, 7 linee con diverse tecnologie per una capacità produttiva di circa 240 milioni di pizze all’anno. Impiega a oggi circa 450 addetti, e nel 2021 ha raggiunto un volume d’affari di oltre 100 milioni di euro, di cui la quota export corrisponde a oltre il 50%, con particolare prevalenza del mercato tedesco.

"Ampliamento dell'offerta"

“L’acquisizione di Mantua Surgelati nasce dall’esigenza di accompagnare la crescita dovuta al continuo successo sul mercato dei nostri prodotti di alta qualità - afferma Andrea Bondioli, direttore generale di Italpizza - e ha l’obiettivo strategico di ampliare considerevolmente la nostra capacità produttiva e la gamma offerta. L’operazione ha richiesto da parte del management e dei consulenti un complesso percorso di analisi e progettazione al fine di valutare la possibile integrazione delle due realtà aziendali. Rappresenterà per noi un investimento complessivo di oltre 60 milioni di euro - continua Bondioli - e sarà finanziato tramite una linea di credito dedicata, già deliberata dagli istituti di credito storicamente nostri partner".

Il principale stabilimento di Italpizza, a San Donino frazione di Modena
Il principale stabilimento di Italpizza, a San Donino frazione di Modena

"Il passaggio formale - prosegue Bondioli - decorrerà dal 1 dicembre 2022 tramite la società veicolo Mantua.it S.r.l. Inoltre - conclude Bondioli - nei prossimi anni saranno previsti nuovi investimenti tecnologici per portare i siti di Castelbelforte (MN) al massimo della propria potenzialità, assicurando così non solo gli attuali livelli occupazionali ma anche interessanti opportunità di crescita".

Tra i maggiori gruppi al mondo

"L’operazione di acquisizione - afferma Cristian Pederzini, fondatore e Presidente di Italpizza - parte dal presupposto che le due realtà aziendali sono totalmente sinergiche tra loro per presenza sui mercati, tecnologie e gamma prodotti offerti. Grazie all’integrazione di queste due realtà il nostro gruppo comprenderà ben 8 stabilimenti produttivi e 2 magazzini, per un totale di 15 linee produttive complete di tutte le tecnologie presenti nei mercati della GDO per una capacità produttiva di circa 435 milioni di pizze all’anno; impiegherà oltre mille e 600 addetti nei vari siti e raggiungerà un volume d’affari post integrazione di circa 350 milioni di euro (oltre il 60% rivolto all’export)".

"Con questi numeri – conclude Pederzini – Italpizza si conferma il primo produttore internazionale di pizze italiane, diventando così uno dei primi produttori di pizze in Europa e nel mondo".

Dissidi tra gli eredi di Romano Freddi

Tutta la vicenda era nata ancora oltre un anno fa, con forti dissidi tra gli eredi del fondatore Romano Freddi. Dissidi che hanno provocato lo stallo per circa un anno di qualsiasi trattativa per la cessione di Mantua Surgelati e anche rischi per i circa 500 dipendenti dello stabilimento di Castelbelforte.

La vicenda era poi finita in Tribunale, tanto che alla fine dello scorso luglio il Tribunale stesso aveva commissariato e revocato tutto il consiglio di amministrazione di Mantua Surgelati. La richiesta di commissariamento della società era partita da Federica Freddi, una delle socie tra gli eredi del colosso dei surgelati. Affinché il commissariamento si concretizzasse, si erano mossi anche la Cisl e il sindaco di Castelbelforte Massimiliano Gazzani.

Dopo una lunga serie di dissidi interni alla proprietà e dirigenza, un commissariamento e tutte le pratiche che ne sono derivate, la società mantovana è quindi passata nelle mani della modenese Italpizza, mettendo al sicuro l'azienda e i 500 operatori che vi lavorano.

Seguici sui nostri canali