Menu
Cerca
ATS Val Padana

Scuola, al via la sperimentazione organizzativa dei test salivari molecolari

E' un’iniziativa rilevante, il cui esito consentirà di valutare la reale fattibilità dell’utilizzo di uno strumento innovativo in grado di contribuire ad una ripartenza scolastica dal prossimo settembre ancor più in sicurezza.

Scuola, al via la sperimentazione organizzativa dei test salivari molecolari
Attualità Mantova, 11 Maggio 2021 ore 16:35

Al via anche in Ats Val Padana la sperimentazione organizzativa dei test salivari molecolari per l'attività di sorveglianza sanitaria nelle scuole.

Al via la sperimentazione organizzativa dei test salivari molecolari

Anche in alcune scuole del territorio di ATS Val Padana sta per partire la sperimentazione organizzativa avviata da Regione Lombardia per l’utilizzo di test salivari molecolari nei setting scolastici; è un’iniziativa rilevante, il cui esito consentirà di valutare la reale fattibilità dell’utilizzo di uno strumento innovativo in grado di contribuire ad una ripartenza scolastica dal prossimo settembre ancor più in sicurezza.
Questi test salivari molecolari, frutto di una sperimentazione condotta dall’Università degli Studi di Milano, sono test meno invasivi e più semplici da utilizzare, in quanto basterà chiedere ai ragazzi/bambini di tenere in bocca per circa un minuto un bastoncino, ed hanno la stessa validità del tampone nasofaringeo molecolare; questi nuovi test consentiranno di attuare un monitoraggio ancora più accurato della diffusione del virus, verificando la capacità di auto-somministrazione degli alunni in base alle classi di età. I test salivari molecolari saranno poi inviati al laboratorio di riferimento per la necessaria refertazione.
In provincia di Mantova è stato coinvolto l’Istituto Comprensivo Castiglione 1 e in provincia di Cremona sono stati coinvolti l’Istituto Comprensivo Cremona 2 e la Scuola dell’Infanzia Agazzi. Di seguito è riportata la calendarizzazione della sperimentazione:

IC Castiglione 1

13.05.2021 (prima somministrazione) presso la Scuola dell’Infanzia e la Scuola Secondaria di Primo Grado
14.05.2021 (prima somministrazione) presso la Scuola Primaria
27.05.2021 (seconda somministrazione) presso la Scuola dell’Infanzia e la Scuola Secondaria di Primo Grado
28.05.2021 (seconda somministrazione) presso la Scuola Primaria
10.06.2021 (terza somministrazione) presso la Scuola dell’Infanzia

IC Cremona 2

17.05.2021 (prima somministrazione) presso la Scuola Primaria Bissolati
18.05.2021 (prima somministrazione) presso la Scuola Secondaria di Primo Grado – Via Trebbia
03.06.2021 (seconda somministrazione) presso la Scuola Primaria Bissolati
04.06.2021 (seconda somministrazione) presso la Scuola Secondaria di Primo Grado – Via Trebbia

Scuola dell’Infanzia Agazzi

17.05.2021 (prima somministrazione)
03.06.2021 (seconda somministrazione)
17.06.2021 (terza somministrazione)

Come funzionerà

Nelle giornate indicate saranno presenti presso i presìdi scolastici interessati dalla sperimentazione alcuni operatori di ATS Val Padana addetti alla sorveglianza sanitaria in ambito scolastico, per verificare l’accettabilità del test da parte degli alunni, la capacità di auto-somministrazione ed anche – in ottica futura – la sostenibilità organizzativa. Naturalmente, in caso di positività al test, gli operatori di ATS provvederanno agli adempimenti conseguenti.

I commenti per il progetto

“Per aderire, i genitori dei ragazzi dovranno sottoscrivere un consenso informato da presentare il giorno della sperimentazione – dichiara la Responsabile Covid per le Scuole di ATS della Val Padana, dott.ssa Laura Rubagotti – e auspichiamo che i genitori comprendano l’importanza di aderire a questa iniziativa che, se avrà successo, porterà benefici a tutte le nostre comunità scolastiche e di riflesso anche alle famiglie dei nostri ragazzi. Questi nuovi test salivari molecolari infatti consentono di sperimentare una nuova modalità di diagnosi più gradita e meno invasiva per i ragazzi, permettendo una risposta pronta e rapida in grado di limitare il problema nei contesti scolastici.”

"L’Istituto – commenta il professor Angelo Gandini, Dirigente Scolastico IC Castiglione Uno - ha colto di buon grado la proposta di ATS, nella speranza di poter dare un significativo contributo alla sperimentazione. Pur nella ristrettezza dei tempi scuola a disposizione abbiamo inserito queste azioni nell’ambito dell’Educazione Civica, certi di dare ai nostri giovanissimi cittadini una concreta occasione di apprendimento e crescita"

"L'Ufficio Scolastico Territoriale di Mantova – aggiunge il professor Daniele Zani, Dirigente UST di Mantova - si unisce agli apprezzamenti verso ATS Val Padana, per il grande lavoro svolto nel sistema scolastico e con il sistema scolastico, al servizio di studenti, famiglie, personale, dirigenti.”
Viva soddisfazione viene manifestata dal Sindaco di Castiglione delle Stiviere, Enrico Volpi, che dichiara: “Cogliamo con grande favore la scelta del Comprensivo 1 di Castiglione per questa sperimentazione d’avanguardia. Il monitoraggio e la diagnosi precoce, insieme alla vaccinazione, sono tra i punti fondamentali per una efficace lotta alla diffusione del virus. La necessità di una uscita rapida dalla crisi è evidente per tutti e disporre di strumenti affidabili, rapidi e diffusi è fondamentale per raggiungere il risultato. Ringrazio ATS, i Dirigenti scolastici e il personale coinvolto per la disponibilità dimostrata, così come le famiglie che, aderendo alla iniziativa, contribuiranno in modo concreto alla buona riuscita di questo importantissimo progetto.”

“Gli insegnanti dell'IC Cremona Due coinvolti nella sperimentazione – fa sapere la professoressa Daniela Marzani, Dirigente Scolastica IC Cremona Due - hanno accolto con entusiasmo l'iniziativa comprendendone l'importanza e ci auguriamo che la risposta delle famiglie sia altrettanto favorevole.”

"L'Ufficio Scolastico Territoriale di Cremona – dichiara il professore Fabio Molinari, Dirigente UST di Cremona - è particolarmente grato all'ATS Val Padana per questo sforzo dedicato in modo specifico a facilitare le condizioni di sicurezza sanitaria in ambito scolastico. Sappiamo tutti quanto il mondo della scuola sia stato proprio uno dei settori più colpiti dalla pandemia e sappiamo quanto le ricadute sul percorso di studi e sulla sfera sociale e psicologica di ragazze e ragazzi sia stata pesante. Questa iniziativa, oltre a rappresentare un passo in più verso un ritorno alla completa normalità, fra l'altro, punta su una modalità di analisi, quella salivare, che potrà mettere maggiormente a proprio agio chi si sottopone al test".
“Accogliamo con molto favore – conclude Maura Ruggeri, Assessore all’Istruzione del Comune di Cremona - la possibilità di partecipare, con una scuola dell’infanzia comunale, alla sperimentazione riguardante l’utilizzo di test salivari in ambito scolastico. Si tratta sicuramente di una modalità che, qualora desse i risultati auspicati, potrebbe davvero rivelarsi fondamentale per il controllo della diffusione del contagio nella scuola con particolare riguardo ai più piccoli. Abbiamo pertanto garantito, per quanto di nostra competenza, la nostra piena disponibilità a collaborare con ATS per facilitare tale sperimentazione.”