ALLERTA ALIMENTARE

Rischio salmonella, richiamati due lotti di "salsiccia mantovana"

Si tratta di prodotti a marchio "Cucina Express", realizzati dall'azienda Aspiag Service Srl

Rischio salmonella, richiamati due lotti di "salsiccia mantovana"
Pubblicato:
Aggiornato:

Richiamo alimentare da parte del Ministero della Salute relativo alla presenza di salmonella che è stata rilevata in due lotti di salsiccia mantovana con finocchio a marchio "Cucina Express" della catena Despar.

Allarme salmonella, richiamo per due lotti di salsiccia mantovana

Il ministero della Salute ha annunciato sul portale del dicastero dedicato agli “Avvisi di sicurezza e ai Richiami di prodotti alimentari da parte degli operatori”, a tutela della salute dei consumatori, il richiamo precauzionale di alcuni lotti di salsiccia mantovana con finocchio a marchio Cucina Express, la linea dei pronti carne e affettati della catena Despar.

Come riporta Prima Padova, il motivo indicato sull’avviso di richiamo è il rischio per la salute dei consumatori per la presenza di Salmonella spp nel prodotto.

Le confezioni interessate sono quelle da 300 grammi circa e fanno parte dei seguenti lotti:

La carne richiamata, come segnalato dall'avviso, è prodotta dall’azienda Aspiag Service Srl, con marchio di identificazione IT S1P24 CE e stabilimento di produzione a Monselice, in provincia di Padova, in via Strada Rovigana 58/1.

Non consumare il prodotto

A scopo precauzionale, si raccomanda di non consumare il prodotto con i numeri di lotto e i termini minimi di conservazione sopra indicati.

Le consumatrici e i consumatori eventualmente in possesso del prodotto richiamato possono restituirlo al punto vendita d’acquisto o al Servizio igiene degli alimenti e nutrizione della ASL locale.

Che cos’è la salmonella

Il batterio del genere salmonella, è il più comunemente isolato nei casi di infezioni trasmesse dagli alimenti. È presente in natura con oltre 2000 varianti, anche se i ceppi più diffusi nell’uomo sono la “salmonella enteritidis” e la “salmonella typhimurium”.

È possibile suddividere le infezioni provocate da questo agente batterico in due forme: tifoidee e non tifoidee. Le prime, come suggerisce il nome, provocano nell’uomo la febbre tifoide, mentre le secondo sono una delle cause più frequenti di intossicazioni alimentari nel mondo industrializzato.

I principali veicoli di infezione sono l’acqua e i cibi contaminati. Gli alimenti considerati più a rischio, come indicato dall’Istituto Superiore di Sanità, sono le uova crude o poco cotte e i loro derivati; il latte crudo e i suoi derivati; la carne, soprattutto se poco cotta, e i suoi derivati; le salse e i condimenti per le insalate; i preparati per dolci e creme; la frutta e la verdura contaminate durante il taglio.

I principali sintomi dell’infezione da salmonella sono i disturbi del tratto gastrointestinale come il dolore addominale, la nausea, il vomito e la dissenteria, che possono anche essere accompagnati da febbre.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali